• Articolo , 10 giugno 2010
  • EIB concorda un prestito da 250 mln di sterline con DONG Energy

  • La Banca europea degli investimenti (EIB) ha firmato un prestito facility da 250 milioni di sterline con DONG Energy, garantita dalla Danish Export Credit Agency (Eksport Kredit Fonden, EKF) sulla base delle consegne da Siemens Wind Power e Per Aarsleff. Il prestito fa parte del finanziamento per la costruzione della centrale eolica offshore London Array. […]

La Banca europea degli investimenti (EIB) ha firmato un prestito facility da 250 milioni di sterline con DONG Energy, garantita dalla Danish Export Credit Agency (Eksport Kredit Fonden, EKF) sulla base delle consegne da Siemens Wind Power e Per Aarsleff. Il prestito fa parte del finanziamento per la costruzione della centrale eolica offshore London Array. Il finanziamento è in linea con la strategia di DONG Energy di diversificare i propri finanziamenti su vari tipi di prestito e finanziare progetti al di fuori della società madre.

La prima fase della fattoria del vento London Array avrà una capacità di 630 MW e dovrebbe essere messa in funzione entro il 2012 ed essere in grado di fornire energia rinnovabile alle Olimpiadi di Londra. Una volta completato sarà il più grande parco eolico offshore al mondo. DONG Energy possiede il 50% degli impianti con E. ON (30%) e Masdar (20%) tenendo le azioni rimanenti.

Simon Brooks, Vice Presidente responsabile per le operazioni nel Regno Unito della European Investment Bank e Presidente del Climate Action, ha dichiarato: “La EIB è lieta di poter sostenere Dong Energy nel progetto London Array, che sarà il più grande parco eolico del mondo. Questo progetto darà un contributo significativo agli obiettivi di energia rinnovabile del Regno Unito. ”

Carsten Krogsgaard Thomsen, Chief Financial Officer di DONG Energy, ha dichiarato: “L’obiettivo di DONG Energy è quello di raggiungere almeno 3.000 MW di capacità di potenza eolica entro il 2020, e il London Array è una pietra miliare in questa fase di transizione verso un futuro più verde. L’EKF ha garantito un finanziamento da EIB del progetto che sostiene il nostro robusto programma di investimenti finanziari “.