• Articolo , 25 maggio 2010
  • Elettricità da biofuel, la nuova scommessa della Slovacchia

  • La società slovacca Cheneco ha annunciato la costruzione entro l’anno di due impianti di cogenerazione in grado di produrre elettricità e vapore da biocarburante

(Rinnovabili.it) – Produrre energia e vapore dai biocarburanti: è questa la sfida della società slovacca Cheneco, che ha annunciato la costruzione di due impianti di cogenerazione, per un investimento complessivo pari a circa 60 milioni di euro. La società, che ha il suo quartier generale nella capitale Bratislava, ha comunicato di aver presentato il progetto per la valutazione di impatto ambientale, la EIA (Environment Impact Assessment).
La costruzione dei due impianti di cogenerazione potrebbe partire entro quest’anno e verrebbe completata entro il 2011. La società pensa anche di costruire una unità di cogenerazione che sarebbe in grado di produrre energia dal recupero di calore perso dall’impianto dell’azienda Kovohuty Krompachy, nonostante ancora per questo progetto sia in attesa dei permessi di costruzione. La Cheneco ha dato il via libera ad altri due progetti per la costruzione di un impianto a biogas nella cittadina di Leopoldov, per il quale l’azienda ha già investito circa 15 milioni di euro.
Secondo le informazioni comunicate dalla società il nuovo impianto avrebbe una capacità istallata di 3.6 MW. Il biocarburante utilizzato sarà una miscela di cippato e di olio di colza e la struttura sarà situata con molta probabilità nelle vicinanze della distilleria di Slovenske Liehovary a Likerky.