• Articolo , 27 luglio 2010
  • Elettricità da biomassa, il mercato è pronto a toccare 53 mld di dollari

  • Gli analisti della Pike Research hanno elaborato previsioni di mercato, fino al 2035, per bioenergia, biocarburanti e bioprodotti e stimano che nei prossimi anni tutti e tre i segmenti andranno incontro ad crescita importante

(Rinnovabili.it) – “Anche se non ha il celebre fascino del solare, dell’eolico o di altre tecnologie emergenti, la biomassa è una fonte accessibile e affidabile di produzione energetica”. Sono le parole di Clint Wheelock, amministratore delegato della Pike Research a commento della nuova relazione societaria _Biomass Markets and Technologies_.
Per un mercato in rapida e dinamica evoluzione come quello della biomassa il documento annuncia una crescita continua, nel prossimo decennio, in tutti e tre i suoi segmenti chiave: bioenergia, biocarburanti e bioprodotti.
Un lasso di tempo in cui il comparto potrà fare affidamento su ingenti investimenti in ambito Ricerca e Sviluppo, variabili tra i 41 e gli 83 miliardi di dollari all’anno. Aumenterà anche il valore di mercato dell’elettricità prodotta da biomasse: prendendo in riferimento il solo segmento statunitense si potrebbe arrivare fino a 53 miliardi dollari entro il 2020 dai 45 miliardi del 2010.
E per Wheelock non ci sono dubbi a proposito: “la biomassa continuerà ad essere la principale fonte di energia rinnovabile […] ci aspettiamo, inoltre, una crescita continua nell’adozione dei biocarburanti, così come il proliferare di bioprodotti come materie plastiche e componenti chimici”.