• Articolo , 8 gennaio 2008
  • Emergenza rifiuti: le decisioni di Prodi

  • ”Ridare al Paese una completa autosufficienza in termini di smaltimento dei rifiuti, evitando il ricorso alla loro esportazione onerosa”. Con queste parole Prodi ha commentato le decisioni del vertice di governo, durato oltre tre ore, sulla drammatica situazione della Campania

Ecco le decisioni prese durante un vertice cui erano presenti il vicepremier Francesco Rutelli, i ministri dell’Interno Giuliano Amato, della Difesa Arturo Parisi, dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e delle Politiche comunitarie Emma Bonino, i sottosegretari Enrico Letta ed Enrico Micheli.

*1)* La Campania sarà dotata di almeno tre termovalorizzatori o gassificatori per lo smaltimento dei rifiuti: situati ad Acerra, a Santa Maria La Fossa e a Salerno.

*2)* Il commissario straordinario del governo sarà il prefetto Gianni De Gennaro per un periodo di quattro mesi, con suo vice il generale Franco Giannini. ”Per un periodo di soli 120 giorni – ha dichiarato il Presidente del Consigio Prodi – le funzioni di commissario straordinario per l’emergenza rifiuti saranno affidate al dottor Gianni De Gennaro, al quale si affiancherà con il ruolo di vicario, con responsabilità operative e di logistica, il generale di divisione Franco Giannini”.

*3)* Confermata la fiducia al prefetto Alessandro Pansa, mentre il nuovo questore di Napoli, Antonio Puglisi assumerà servizio in tempi brevissimi. “Entro due settimane – ha aggiunto Prodi – il governo nominerà un commissario liquidatore per porre terminare la fase emergenziale dei rifiuti in Campania”.

*4)* Ci sarà anche il concorso delle Forze armate. “Nel breve termine – ha precisato Prodi – il governo si avvarrà del concorso delle Forze armate per le operazioni necessarie ad affrontare l’emergenza. In particolare il premier chiede di mettere fine alla logica del commissariamento, perche’ la responsabilita’ deve passare agli Enti locali”.

*5)* ”Per il breve termine bisogna fronteggiare la sempre crescente emergenza rifiuti, che purtroppo in questi giorni è stata sotto gli occhi di tutti – spiega Prodi – Il governo ha quindi deciso di predisporre un piano operativo al fine di assicurare lo smaltimento dei rifiuti normali e speciali, usando i siti immediatamente utilizzabili nell’ambito di quelli individuati dalla legge 87 del 2007, cui se ne aggiungeranno altri ritenuti utili dalla autorita’ competenti per fronteggiare l’emergenza”.

*6)* Sarà “anche assicurato, un contributo su base volontaria, limitato nelle quantità e nel tempo, da parte di altre regioni italiane i cui vertici insieme all’Anci e all’Upi, saranno domani a Roma per definire i dettagli operativi”. E i Comuni campani che non adempiranno alle disposizioni in materia di raccolta differenziata dei rifiuti saranno commissariati.

(fonte Governo.it)