• Articolo , 10 settembre 2008
  • Emissioni CO2? Nei tetti bianchi la risposta

  • Ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory (LBNL) insieme al Commissario all’Energia della California hanno dimostrato come i tetti bianchi riducano la CO2 emessa dagli edifici

Come tagliare i consumi energetici di un edificio del 20%, risparmiando? Semplice, basta utilizzare materiali dalle alte capacità riflettenti sui tetti delle abitazioni. A dichiararlo sono Art Rosenfeld, Commissario all’Energia della California e Hashem Akbari e Surabi Menon due ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory (LBNL), durante la quinta edizione della Conferenza Annuale sulla Ricerca per il Cambiamento Climatico, organizzata dalla Commissione per l’Energia della California. Secondo i dati dello studio, l’applicazione di materiali altamente riflettenti su una superficie di circa 90 mq abbatte l’emissione di CO2 equivalente a 10 tonnellate all’anno, con un conseguente risparmio annuale di circa 250 dollari. “In un anno gli USA potrebbero risparmiare energia per 1 miliardo di dollari. – afferma Rosenfeld – E riducendo il consumo di energia si evita anche molta CO2”. E la California ha risposto introducendo, a partire da luglio del 2009, per le nuove abitazioni e negli interventi di riqualificazione energetica, l’uso di superfici riflettenti. “I nostri risultati – ha annunciato Akbari – aiuteranno le amministrazioni delle città a stilare piani di urbanizzazione che tengano conto della CO2 evitabile utilizzando tetti bianchi e pavimenti freddi”.