• Articolo , 29 luglio 2010
  • ENDESA installerà il primo punto di ricarica per veicoli elettrici nella sede spagnola di IBM

  • Endesa ha installato nella sede centrale di IBM a Madrid il primo punto di ricarica intelligente per veicoli elettrici. Durante l’atto di messa in servizio, che fa parte dell’obiettivo comune tra IBM ed Endesa in merito allo sviluppo e la diffusione di veicoli elettrici, erano presenti John A. Zufiria, presidente della IBM Spagna, Portogallo, Grecia […]

Endesa ha installato nella sede centrale di IBM a Madrid il primo punto di ricarica intelligente per veicoli elettrici. Durante l’atto di messa in servizio, che fa parte dell’obiettivo comune tra IBM ed Endesa in merito allo sviluppo e la diffusione di veicoli elettrici, erano presenti John A. Zufiria, presidente della IBM Spagna, Portogallo, Grecia e Israele, e Jose Arrojo, direttore della ricerca, sviluppo tecnologico e l’innovazione di Endesa.

IBM si sta attivando alla realizzazione di reti intelligenti, “necessario per la diffusione delle auto elettriche”, lo sviluppo di batterie che offrono una maggiore autonomia dei veicoli e oltre che contribuire alla definizione di norme che consentano l’autoricarica.

Per John A. Zufiria, “l’introduzione dei veicoli elettrici ha enormi implicazioni non solo per l’ecosistema, ma anche per l’economia e per la società nel suo insieme”.

Secondo l’opinione di José Arrojo, “Endesa è fortemente impegnata nello sviluppo di un modello di trasporto sostenibile, come indicato nel suo piano strategico 2008-2012 di sostenibilitàal fine di rafforzare la lotta contro i cambiamenti climatici e contribuire al successo degli obiettivi di sostenibilità, di sviluppo economico e di un incremento di valore per gli azionisti “.

Endesa partecipa attualmente a diversi progetti nazionali ed europei che cercano, tra gli altri obiettivi, la standardizzazione, la definizione del modello di business, e preparare la società ad un approccio più facile ai veicoli elettrici. In Spagna partecipa al progetto Cenit Verde e allo sviluppo del piano di mobilità elettrica del governo (MOVELE), oltre che a ulteriori progetti per l’integrazione dei veicoli nella rete elettrica, SmartCity, E a progetti di ricerca e di diffusione dei veicoli elettrici in Europa, quali G4V ed Elvira.