• Articolo , 28 luglio 2009
  • Enea: il mix energetico è una necessità

  • Il presidente dell’Enea, Luigi Paganetto, durante la presentazione del Rapporto ha invitato ad accettare con maggiore serenità il ritorno al nucleare e ha invitato alla diffusione domestica delle rinnovabili

(Rinnovabili.it) – L’Enea ha presentato stamattina il “Rapporto Energia e Ambiente 2008″:http://www.enea.it/news/news2009/REA2008.html. Dal documento è chiara la già nota necessità di adottare in Italia un mix energetico eterogeneo che punti alla riduzione dell’utilizzo delle fonti fossili, attualmente in maggioranza, investendo nelle rinnovabili e nel nucleare.
A livello internazionale è stato invece segnalato un possibile aumento della domanda energetica entro il 2030, proveniente dall’aumento del fabbisogno dei Paesi emergenti come Cina e India, per questo è stata segnalata la necessità di investire in nuove tecnologie ”un’accelerazione tecnologica senza la quale è di fatto impossibile raggiungere risultati concreti in materia di contenimento delle emissioni”.
Attualmente, a causa della crisi economica, le emissioni dannose sono calate di pari passo ai consumi, quantificabili in una diminuzione pari al 6% annuo.
L’Enea, nella persona del presidente Luigi Paganetto, ha invitato a prendere con maggiore serenità il ritorno al nucleare continuando e aumentando il numero e il budget destinato agli investimenti nelle nuove tecnologie impiegate per lo sviluppo e alla diffusione delle energie rinnovabili concentrandosi soprattutto nell’utilizzo domestico di queste ultime senza tralasciare il loro impiego nel settore dei trasporti e dell’industria.
Affrontando la tematica del Piano Casa varato dal Governo il presidente dell’Enea ha espresso la speranza che le linee guida che le singole Regioni dovranno elaborare ”tengano conto dei parametri di efficienza energetica oltre che degli aumenti di volumetria”.