• Articolo , 17 giugno 2010
  • Enea: le rinnovabili cubane avranno un’opportunità in più

  • Italia e Cuba collaborano per le rinnovabili. In occasione della ristrutturazione della rete nazionale e del settore informazione il nostro paese si è reso disponibile all’interazione al supporto cercando di stimolare il mercato degli investimenti

(Rinnovabili.it) – Dal 2006 il governo cubano ha lanciato una massiccia campagna per il potenziamento delle fonti rinnovabili spingendosi addirittura a dichiarare di voler sostituire le nove centrali termoelettriche con installazioni per la produzione di energia pulita. Quella che è stata battezzata dagli stessi cubani come *La Revolución Energética* sta aprendo un mercato allettante per gli investitori esteri come dimostra l’incontro svoltosi oggi all’Enea. I rappresentanti delle imprese italiane attive nel settore delle energie verdi così come nei campi dell’informatica e delle telecomunicazioni si sono riuniti oggi in una giornata dedicata alla valutazione delle opportunità esistenti in questo contesto. All’_Incontro Interimprenditoriale Cuba e Italia sulle opportunità di affari e di commercio nei settori delle Energie Alternative, dell’Informatica e delle Telecomunicazioni_ hanno partecipato Adolfo Urso, Vice Ministro per lo Sviluppo Economico, Boris Moreno Cordovés, Vice Ministro di CUBA per l’Informatica e le Comunicazioni e Giovanni Lelli, Commissario dell’ENEA impegnati nella promozione della costituzione del gruppo di lavoro per la crescita del dialogo e della collaborazione italo-cubana. Nel piano di revisione l’isola attribuisce un ruolo chiave alle biomasse, al fotovoltaico, al solare termico ed all’eolico, alla generazione distribuita ed alle tecnologie per l’efficienza energetica senza tralasciare la necessità di rafforzare il settore informatico e delle comunicazioni assicurando incentivi per la crescita e lo sviluppo rapido dei settori. A tal proposito l’Ing. Giovanni Lelli, Commissario dell’ENEA, ha dichiarato: “L’ENEA ha stabilito da anni rapporti di collaborazione con Cuba, avendo negli scorsi anni promosso diverse iniziative formative per fornire supporto tecnologico allo sviluppo delle rinnovabili. In virtù di questi rapporti, l’ENEA è ora un partner di primo piano per Cuba per contribuire con lo sviluppo delle rinnovabili ad uno sviluppo economico sostenibile dell’isola. Nello stesso tempo, nel suo nuovo ruolo di Agenzia, l’ENEA è in grado di affiancare e coordinare gli imprenditori italiani nei loro investimenti per gli aspetti di innovazione tecnologica connessi alla produzione di energia da fonti rinnovabili. L’attività di supporto fornita dall’ENEA rientra nell’ambito dell’interscambio tra paesi appartenenti all’Unione Europea e Cuba, di cui l’Italia è attiva promotrice”.