• Articolo , 23 luglio 2010
  • Enel e Poste Italiane: nuova alleanza “elettrica”

  • Siglato un protocollo d’intesa tra le due aziende per promuovere la mobilità elettrica e contribuire al taglio delle emissioni inquinanti in atmosfera. A breve partirà il progetto E-mobility in tre città italiane per la costruzione di infrastrutture per la ricarica dei veicoli e per la consegna della corrisponda con mezzi elettrici

(Rinnovabili.it) – Si fa più forte la cooperazione tra le aziende nel segno della sostenibilità ambientale e della lotta all’inquinamento. Con l’obiettivo di sostenere la mobilità elettrica e tagliare le emissioni inquinanti in atmosfera Enel e Poste Italiane hanno deciso di collaborare. Grazie alla firma di un protocollo d’intesa le due società si sono impegnate a sperimentare servizi innovativi e a proporre al pubblico offerte mirate ad incentivare la mobilità alternativa. Enel e Poste Italiane, infatti, svilupperanno in accordo una serie di iniziative e, grazie alla collaborazione con il Comune di Pisa, testeranno un pilot test per il recapito della corrispondenza con veicoli elettrici. Sarà il comune toscano la “città pilota”, insieme a Roma e Milano, in cui verrà sperimentato il progetto E-mobility Italy di Enel e Smart, e sede del Centro Ricerche Enel, relativo all’utilizzo di veicoli elettrici per lo svolgimento del servizio di recapito della corrispondenza nel centro storico cittadino.
Poste Italiane quindi rinnoverà parte del suo parco veicoli per la consegna, adottando un totale di nove veicoli elettrici. I nuovi mezzi potranno essere ricaricati nelle stazioni di ricarica “intelligente” che Enel predisporrà presso il Centro di Distribuzione Primaria (CPD) di Pisa Ospedaletto, dove saranno ospitati i veicoli. Anche la sede centrale delle Poste della città si trasformerà, grazie alla creazione di un’ulteriore infrastruttura di ricarica a disposizione di tutti i cittadini. Allo studio attualmente c’è anche la possibilità che i veicoli siano riforniti con elettricità certificata RECS (Renewable Energy Certificate System), il sistema di certificazione europeo più autorevole, a cui hanno aderito produttori, distributori e società di certificazione di 16 Paesi – Italia compresa – che attesta l’impiego delle fonti rinnovabili per la produzione di energia.
Pisa, insieme a Enel, ha fatto della mobilità a zero emissioni uno dei suoi cavalli di battaglia per migliorare la qualità dell’aria. E’ in corso l’installazione dei primi 56 punti pubblici di ricarica Enel, individuati insieme al Comune. A breve, inoltre, verranno installate le prime infrastrutture di ricarica domestiche (Home station), nei garage dei cittadini pisani che fanno parte del progetto-pilota E-mobility Italy.