• Articolo , 30 giugno 2009
  • Enel: perfezionato l’acquisto del 25,01% del capitale Endesa

  • Enel S.p.A. e Acciona S.A., tenuto conto dell’intervenuta realizzazione delle varie condizioni dell’accordo tra di esse stipulato – e sottoscritto anche da Endesa S.A. – in data 20 febbraio 2009, hanno dato esecuzione all’accordo stesso mediante trasferimento a Enel Energy Europe S.r.l. (“EEE”) del 25,01% del capitale sociale di Endesa posseduto, direttamente e indirettamente, da […]

Enel S.p.A. e Acciona S.A., tenuto conto dell’intervenuta realizzazione delle varie condizioni dell’accordo tra di esse stipulato – e sottoscritto anche da Endesa S.A. – in data 20 febbraio 2009, hanno dato esecuzione all’accordo stesso mediante trasferimento a Enel Energy Europe S.r.l. (“EEE”) del 25,01% del capitale sociale di Endesa posseduto, direttamente e indirettamente, da Acciona.
A fronte di tale trasferimento – intervenuto a seguito dell’esercizio anticipato da parte di Acciona della put option a essa riconosciuta dal contratto per la gestione congiunta di Endesa stipulato tra le parti il 26 marzo 2007 – EEE ha versato ad Acciona un corrispettivo in contanti di 9.627 milioni di euro.
Tale importo è stato determinato sottraendo al valore della partecipazione fissato il 20 febbraio 2009 (11.107 milioni di euro), i dividendi distribuiti da Endesa (pari a 1.561 milioni di euro) e percepiti da Acciona dopo il 20 febbraio 2009, nonché aggiungendo gli interessi (pari a 81 milioni di euro) maturati successivamente a tale data e applicati alla quota di indebitamento assunto da Acciona, direttamente e indirettamente, per l’acquisto della partecipazione del 25,01% del capitale di Endesa oggetto dell’odierna cessione a EEE.
Il controvalore complessivo di 11.107 milioni di euro è stato determinato in linea con i criteri previsti nel citato contratto stipulato tra Enel e Acciona in data 26 marzo 2007, le cui previsioni hanno quindi cessato di avere effetto.
A seguito della descritta operazione, Enel – per il tramite di EEE – risulta attualmente in possesso del 92,06% del capitale di Endesa e ne dispone quindi del pieno controllo.
Fulvio Conti, amministratore delegato e direttore generale di Enel, ha così commentato: “Oggi abbiamo perfezionato il processo di crescita internazionale di Enel con il consolidamento integrale di Endesa: la società avrà ora una solida governance che le permetterà di rafforzare la sua leadership in Spagna e in molti paesi dell’America Latina e di sviluppare al meglio tutte le sinergie, con effetti importanti sui risultati di Endesa stessa e dell’intero Gruppo Enel”.
In data odierna, sempre in esecuzione dell’accordo del 20 febbraio 2009, Endesa ha inoltre ceduto ad Acciona alcuni impianti in Spagna e Portogallo – il cui perimetro è stato in parte ridefinito rispetto a quanto indicato nell’accordo stesso – per complessivi 1.946 MW (di cui 1.267 MW riconducibili a fonti rinnovabili e 679 MW da fonte idroelettrica convenzionale) per un corrispettivo di 2.634 milioni di euro. Al contempo è stato convenuto tra le parti che Endesa cederà ad Acciona impianti per ulteriori 133 MW di capacità produttiva – prevalentemente da fonte eolica – non appena perfezionati i relativi procedimenti regolatori e tecnici, a fronte del versamento di un corrispettivo di 183 milioni di euro.

Endesa ha comunque mantenuto quasi per intero le sue attività in campo idroelettrico (per un totale di 13.380 MW) e dispone di una pipeline di progetti per oltre 7.000 MW nelle fonti rinnovabili, eolico in particolare, che intende sviluppare.

Per finanziare l’odierno acquisto del 25,01% del capitale di Endesa, il Gruppo Enel si è avvalso di un prestito sindacato di 8.000 milioni di euro sottoscritto nel mese di aprile 2009 con un pool di banche – che prevede il rimborso di 5.500 milioni di euro nel 2014 e dei residui 2.500 milioni di euro nel 2016 – nonché di linee di credito disponibili.
Le operazioni sopra illustrate comportano un incremento stimato dell’indebitamento finanziario netto consolidato del Gruppo Enel pari a circa 12.127 milioni di euro, dovuto:
• per 9.627 milioni di euro all’acquisto da parte di EEE del 25,01% del capitale di Endesa;
• per circa 2.500 milioni di euro al consolidamento dell’ulteriore quota dell’indebitamento di Endesa (che tiene conto dei dividendi erogati ad Acciona e azionisti terzi dopo il 20 febbraio 2009) conseguente al raggiungimento del pieno controllo da parte di Enel, nonché agli effetti generati dalla indicata cessione ad Acciona di asset di Endesa.
Endesa è la maggiore impresa spagnola del settore dell’energia elettrica e svolge le proprie attività anche in altri Paesi europei e in America Latina. Endesa è inoltre presente anche nel mercato spagnolo del gas naturale. Nel corso dell’esercizio 2008 Endesa ha realizzato su base consolidata ricavi per 22.836 milioni di euro, un risultato operativo di 5.234 milioni di euro e un risultato netto di 7.169 milioni di euro.
Con riferimento all’acquisizione da parte di EEE del 25,01% del capitale di Endesa perfezionatasi in data odierna, Enel comunica che il prospetto informativo relativo all’aumento di capitale in opzione, pubblicato in data 29 maggio 2009, contiene le informazioni rilevanti del documento informativo di cui all’art. 71 del Regolamento Emittenti Consob. Tale prospetto informativo è disponibile sul sito internet di Borsa Italiana (www.borsaitaliana.it), sul sito internet della Società (www.enel.it) nonché presso le sedi di Enel e di Borsa Italiana.