• Articolo , 22 febbraio 2008
  • Energia “verde” per il festival di Sanremo

  • Enel Energia fornirà anche per il 2008 al Teatro Ariston i “RECS”, le certificazioni legate al consumo di elettricità della struttura. Per attestare che l’attenzione alle tematiche dell’ambiente non è più solo un fenomeno legato a pochi

Anche per quest’anno l’Ariston si illuminerà di una luce pulita. E’ stato, infatti, rinnovato l’accordo tra il teatro ed Enel Energia, la Società di Enel per la vendita di energia elettrica e gas sul mercato libero, al fine d’impiegare, per il suo intero fabbisogno di elettricità, energia “verde” prodotta da fonti rinnovabili, innescando un ciclo virtuoso amico dell’ambiente. Un festival di Sanremo più verde dunque, grazie ai “RECS” (Renewable Energy Certificate System) speciali certificati emessi nell’ambito di un sistema internazionale istituito per finanziare, su base volontaria, la generazione di energia verde. “Il rinnovo di questo importante contratto conferma il consolidamento di una tendenza ad una maggiore responsabilità ambientale ormai in atto da parte dei consumatori già da alcuni anni. Appare chiaro – ha commentato Simone Lo Nostro, responsabile Vendite Corporate della Divisione Mercato di Enel – che l’attenzione alle tematiche dell’ambiente non è più solo un fenomeno legato a pochi soggetti particolarmente coinvolti, ma sta diventando un bisogno da parte di tutti i clienti. Una necessità che tra l’altro può portare immediati benefici economici: come accade a chi sceglie di razionalizzare il consumo attraverso politiche di efficienza energetica o a chi decide di installare pannelli fotovoltaici. Siamo certi che il futuro andrà sempre più in questa direzione ed è per questo che il nostro impegno è massimo in tutto ciò che serve ai nostri clienti per tutelare l’ambiente, risparmiando.”

*Nota* _Per quanto non siamo affezionati e appassionati estimatori del festival in questione (l’ultima volta che l’abbiamo seguito avevamo i calzoni corti ed eravamo seduti, tra mamma e papà, sul divano del salotto buono, con una di quelle televisioni quadrate e con il rivestimento in legno), ci fa comunue piacere che qualcuno abbia pensato tra tante “arie canore”, anche alla pulizia dell’aria che respiriamo. Grazie (questa volta non dei fior). m.t._