• Articolo , 12 gennaio 2009
  • Energia: amici Grillo, ricorso a UE su incentivi rinnovabili

  • “Il governo italiano preleva due miliardi di euro dalle tasche dei consumatori, tramite i cip6 che andrebbero destinati alle energie rinnovabili, per regalarli alle solite ditte, spesso piu’ che discusse, che costruiranno gli inceneritori nel bel paese partendo dalla Sicilia”. Ad affermarlo e’ Sonia Alfano, del movimento politico siciliano degli amici di Beppe Grillo, che […]

“Il governo italiano preleva due miliardi di euro dalle tasche dei consumatori, tramite i cip6 che andrebbero destinati alle energie rinnovabili, per regalarli alle solite ditte, spesso piu’ che discusse, che costruiranno gli inceneritori nel bel paese partendo dalla Sicilia”. Ad affermarlo e’ Sonia Alfano, del movimento politico siciliano degli amici di Beppe Grillo, che annuncia l’avvio di una campagna da Reggio Emilia, Palermo, Treviso, Bologna e Bari per chiedere all’Ue di “attivare una procedura d’infrazione verso l’Italia per violazioni delle norme sugli incentivi delle energie rinnovabili, divieto d’aiuto di Stato e direttiva europea rifiuti. Una campagna -aggiunge Alfano- che in caso di condanna da parte della Commissione Europea con sanzione economica per lo Stato italiano, fara’ attivare una richiesta di risarcimento verso i deputati e senatori che hanno votato tale legge”. La prima denuncia formale e’ stata depositata negli uffici di Europe Direct a Reggio Emilia”.