• Articolo , 16 ottobre 2009
  • Energia: “Beep Bamboo”, il legno del futuro

  • Nelle Filippine, l’amministratore delegato della Clenergen, Quinn, annuncia la costruzione di nuove centrali a biomassa che sfruttano un legno eco-sostenibile

(Rinnovabili.it) – La compagnia americana Clenergen Corporation, specializzata nello sfruttare le tecnologie per la creazione di energia pulita, ha espresso l’intenzione concreta di progettare l’installazione di centrali elettriche a biomassa, nell’isola più grande delle Filippine, Luzon.
L’amministratore delegato di Clenergen Coop., Mark L.M. Quinn, ha specificato di voler costruire un impianto della capacità di 2MW e 4MW, il cui investimento oscillerà fra i 4 ed i 12 milioni di dollari.
L’implementazione effettva del piano prevede, a detta di Quinn, “un accordo di prevendita sul potere d’acquisto dell’energia elettrica in un periodo concordato a 15 anni”. Ma già a distanza di soli 16 mesi sempre Quinn, ha dichiarato di ” voler vedere conclusa l’istallazione del primo programma da 2MW “.
Al suo termine difatti, il bamboo utilizzato sarà già pronto per essere tagliato e quindi utilizzato come materia prima dalla centrale elettrica; si tratta di una particolare specie di pianta clonata, finalizzata alla produzione di energia pulita e denominata “beema bamboo”.
Questa, rispetto al bamboo tradizionale, ha un peso cinque volte maggiore, è più economico del 20% e come vantaggio assoluto, ha la grande proprietà di crescere celermente.
Su una superficie totale di 162 metri quadri, l’implementazione della prima fase della centrale a biomassa di 2MW, si insinua in un ritrovato percorso sostenibile che vede il legno, anche a distanza di milioni di anni, ancora come fonte indispensabile per la stabilità e l’equilibrio della crescita energetica mondiale.