• Articolo , 9 settembre 2011
  • Energia: condiviso regolamento Pears con parti sociali

  • Si e’ svolto stamane, nella sede della Presidenza della Regione siciliana di via Magliocco, il primo incontro di partenariato socio-economico e istituzionale sulle modalita’ di attuazione del regolamento del nuovo piano energetico regionale (Pears) presentato dall’assessore all’Energia, Giosue’ Marino, in sede di giunta lo scorso 5 agosto e apprezzato dal governo. Scopo del tavolo: condividere […]

Si e’ svolto stamane, nella sede della Presidenza della Regione siciliana di via Magliocco, il primo incontro di partenariato socio-economico e istituzionale sulle modalita’ di attuazione del regolamento del nuovo piano energetico regionale (Pears) presentato dall’assessore all’Energia, Giosue’ Marino, in sede di giunta lo scorso 5 agosto e apprezzato dal governo. Scopo del tavolo: condividere con le organizzazioni sindacali e datoriali le linee di indirizzo e gli obiettivi che la Regione intende realizzare con il regolamento. Il documento, una volta esecutivo, stabilira’ le modalita’ degli interventi che dovranno essere realizzati in Sicilia, in linea con gli obiettivi nazionali sanciti dalla direttiva comunitaria n. 28 del 2009.
Marino, ritenendo costruttivo e proficuo il confronto, ha voluto anche ricordare che “lo stesso tavolo, quale strumento di apprezzamento comune delle scelte operate dall’amministrazione, sara’ convocato anche per la definizione del piano energetico siciliano, di cui la Regione dovra’ dotarsi entro la fine dell’anno”.
Il dirigente generale del dipartimento Energia, Gianluca Galati, ha precisato, inoltre, che “a breve, il regolamento sara’ presentato al Tar e alla Corte dei Conti per il via libera definitivo, tenendo conto, nella stesura finale, dei suggerimenti indicati oggi dalle parti sociali”.
Ai lavori hanno partecipato rappresentanti istituzionali e rappresentanti delle maggiori sigle sindacali, tra cui: Confindustria, Confartigianato, Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Legambiente, Wwf, Anev e Apmi, Confabi, Casartigiani, Cna, oltre ai rappresentanti di Anci Sicilia, Cgil, Cisl, Ugl e Uil.
Sono intervenuti: Giuseppe Catanzaro, presidente di Confindustria per la provincia di Agrigento, e Mimmo Fontana, presidente di Legambiente.