• Articolo , 18 gennaio 2008
  • Energia dai…piedi

  • Da oggi l’espressione “produrre energia coi piedi” non sarà più una nota di biasimo ma una valida alternativa al carbon fossile.

La creazione non è nuova, ma le va data giusta risonanza per sottolineare come non sia indispensabile ricorrere a soluzioni macchinose, dispendiose né grandiose per ottenere energia play pulita in modo alternativo. Si tratta del Freed Freecharger Weza, un dispositivo a pedale in grado di accumulare energia dal movimento meccanico del vostro piede al di sopra di una leva per alimentare tutti i gadgets portatili e tecnologici dei quali ormai non possiamo fare a meno. Weza, dallo Swahili “potenza” nel significato di energia, è in poche parole un generatore che riesce a fornire una potenza massima di 40 watt per ricaricare batterie da 12 volt. Dotato di display a LED, Weza si impone come valida alternativa alla corrente elettrica tradizionale e risulta un ottimo compagno di viaggio anche in condizioni estreme. È già disponibile sul mercato ma, dobbiamo dirlo, presenta un paio di inconvenienti: il peso, non inferiore ai 10 chili, ed il costo, che sfiora di poco i 300 dollari.