• Articolo , 27 aprile 2007
  • Energia elettrica dagli scarti agricoli

  • Il Comune di Frigento ospiterà una centrale per la produzione di energia elettrica ottenuta dalla biomassa vegetale. Oltre settanta i nuovi posti di lavoro ed evidenti vantaggi per i cittadini, in termini di qualità dei servizi pubblici e di abbattimento dei costi dell’energia

Promozione dell’economia locale e miglioramento della qualità della vita in una zona già interessata da altri progetti riguardanti l’ambiente come il Parco Urbano del Comune di Frigento e il Parco Fluviale dell’Ufita. Sono questi gli obiettivi della nuova centrale a biomassa che entrerà presto in funzione a Frigento. “Sono state effettuate specifiche analisi e l’area si è rivelata adeguata. La Valle Ufita è una zona dalle grandi potenzialità, tanto è vero che qui sorgerà una piattaforma logistica – dichiara il presidente dell’ASI Pietro Foglia, che evidenzia la necessità di puntare sulle fonti rinnovabili – ma a condizione che gli impianti vengano posizionati in modo corretto sul territorio”. Positivi i giudizi sull’impianto da parte di Legambiente Campania che, riconoscendo l’impegno del Comune di Frigento sulle questioni ambientali, fa sapere che organizzerà proprio nel suddetto municipio la prossima manifestazione nazionale legata alla valorizzazione dei piccoli Comuni d’Italia. (fonte Denaro.it)