• Articolo , 15 gennaio 2009
  • Energia eolica: opportunità e rischi nella crisi economica

  • La società di consulenza per lo sviluppo economico di impresa organizza una conferenza telematica per fornire una visione per il futuro del mercato eolico, oggi alle prese con la crisi

I mercati finanziari collassano e la crisi non tarda ad investire tutti i settori industriali. Anche l’eolico, a primo impatto ritenuto esser uscito indenne dall’improvvisa carenza di fonti finanziarie e di debito si trova oggi ora a fare il conto con nuove sfide e rischi da non sottovalutare. “I costruttori e operatori di mercato più piccoli e regionali potranno andare incontro a maggiori difficoltà e costi nell’ottenimento di fondi per nuovi progetti, visto che i tempi per la costruzione di un parco eolico si aggirano attorno ai tre anni. Inoltre, i tempi di maturazione del debito e la carenza o i maggiori costi di rifinanziamento potrebbero forzare alcune società alla svendita di alcuni asset”, fa notare Gouri Kumar. Ciò finirà inevitabilmente per avere un impatto sugli alti ritmi di crescita visti negli ultimi anni.

“Allo stesso tempo, la crisi ha introdotto nuove opportunità per certi operatori di mercato – continua l’analista di Frost & Sullivan -. Le società energetiche che hanno sostanziali liquidità potrebbero scegliere di finanziare i propri progetti e di non rivolgersi ai mercati finanziari. E nel caso in cui decidano di perseguire la via dei mercati finanziari, molto spesso i tassi loro offerti sono più bassi di quelli offerti ad altre società. E se alcune società sono nel mezzo di una revisione delle strategie di sviluppo e stanno mettendo un freno ai loro progetti, altre aziende sono invece impegnate ad accrescere la propria posizione nel mercato dell’energia eolica”. Su questo argomento Frost & Sullivan organizza una conferenza web dal titolo “Wind Energy and the Global Crisis – Threats, Opportunities and Strategies” (L’Energia Eolica e la Crisi Globale – Opportunita’, Rischi e Strategie) che si terrà mercoledì 21 gennaio alle 16 ora italiana, al fine di presentare una sintesi dello stato attuale del settore, sottolineando rischi e opportunità per produttori e progettisti ed illustrando anche le strategie adottate dai più importanti operatori.