• Articolo , 21 novembre 2007
  • Energia eolica: più offshore per l’Europa

  • Una conferenza paneuropea di tre giorni, dedicata ad esaminare il futuro di questa promettente tecnologia

Dal 4 al 6 dicembre oltre 1000 rappresentanti del settore delle fonti eoliche offshore, responsabili per le politiche sociali e specialisti dell’energia, si riuniranno a Berlino nell’ambito dell’ “European Offshore Wind”. L’evento è organizzato dall’EWEA, l’Associazione europea per l’energia eolica, che conta ben 350 iscritti provenienti da 40 paesi, tra cui produttori che detengono il 98% del mercato dell’energia eolica mondiale. All’ordine del giorno dei lavori dell’ EOW2007 ci saranno i principali temi con cui si deve scontrare l’industria dell’eolico offshore: dal potenziale di sviluppo sul breve e lungo periodo, ai requisiti politici necessari, le barriere tecniche e le sinergie con altri settori marittimi. Il Ministro dell’Ambiente tedesco, Sigmar Gabriel, ha accolto con piacere la decisione di ospitare l’evento a Berlino, dichiarando che “la Germania ha dimostrato di essere un leader globale nello sviluppo di energia eolica onshore e negli anni a venire intende continuare ad esserlo nello sviluppo dell’energia eolica offshore.” Tra gli oratori confermati, il ministro Svedese per l’Industria e l’Energia, Maud Olofsson, il ministro dell’Energia e dei Trasporti danese, Jakob Axel Nielsen e Mechtild Rothe, vice Presidente del Parlamento Europeo. (fonte Ewea)