• Articolo , 8 gennaio 2009
  • Energia: Fotovoltaico per ricaricare batterie a Firenze

  • E’ la prima a Firenze ma anche in Italia. E’ una colonnina di ricarica per motorini elettrici alimentata da pannelli fotovoltaici che da oggi e’ in funzione al mercato di Sant’Ambrogio. La nuova colonnina a emissioni zero con tanto di display per evidenziare i kilowatt di energia elettrica e l’anidride carbonica consumata, e’ stata presentata […]

E’ la prima a Firenze ma anche in Italia. E’ una colonnina di ricarica per motorini elettrici alimentata da pannelli fotovoltaici che da oggi e’ in funzione al mercato di Sant’Ambrogio. La nuova colonnina a emissioni zero con tanto di display per evidenziare i kilowatt di energia elettrica e l’anidride carbonica consumata, e’ stata presentata stamani dall’assessore fiorentino all’ambiente, Claudio Del Lungo, insieme all’amministratore delegato della Silfi, Claudio Bini. L’impianto presentato stamani (il prossimo sara’ al Parterre) e’ stato progettato e realizzato dalla societa’ fiorentina ETA-Florence Energie Rinnovabili. “E’ la prima postazione a Firenze ad emissioni zero – ha detto Del Lungo – che consente di misurare anche il risparmio di anidride carbonica per i kilowatt consumati. Attualmente sono 110 le colonnine a per la ricarica dei veicoli elettrici. Ma ne sono in arrivo molte altre. Ventuno verranno installate ex novo, dieci verranno raddoppiate nelle loro attuali postazioni e 9 verranno sostituite con prese di un ultimo modello Cives”.
Le caratteristiche principali della nuova colonnina (costo complessivo 30mila euro) alla quale si possono attaccare al massimo quattro motorini contemporaneamente sono la totale rinnovabilita’ della fonte energetica primaria, e l’assenza di emissioni di sostanze inquinanti durante l’intero ciclo di produzione. I pannelli fotovoltaici sono installati sulla superficie della pensilina del mercato. Vicino e’ installato un display informativo che fornisce le informazioni operative sul funzionamento dell’impianto: i kwh di energia elettrica prodotta, la potenza in kW e la quantita’ di anidride carbonica non immessa nell’atmosfera.
Per quanto riguarda le nuove colonnine in arrivo e la sostituzione delle vecchie e obsolete il progetto, che ha gia’ avuto il via libera della giunta di Palazzo Vecchio, sara’ finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito del Pac (Piano comunale antismog) con uno stanziamento di 225mila euro.