• Articolo , 13 novembre 2008
  • Energia: Gianni, in Sicilia, scelte compatibili con l’ambiente

  • “Un Piano energetico ambientale regionale che abbia come linee guida lo sviluppo delle risorse rinnovabili e la tutela dell’ambiente, attraverso la progressiva riduzione dell’inquinamento”. E’ questa la promessa fatta dall’assessore all’Industria della Regione siciliana, Pippo Gianni, intervenuto al convegno di Legambiente, Cepes, Arci e Fiom sul “Risparmio e rinnovabili: alternativa al nucleare e ai combustibili […]

“Un Piano energetico ambientale regionale che abbia come linee guida lo sviluppo delle risorse rinnovabili e la tutela dell’ambiente, attraverso la progressiva riduzione dell’inquinamento”. E’ questa la promessa fatta dall’assessore all’Industria della Regione siciliana, Pippo Gianni, intervenuto al convegno di Legambiente, Cepes, Arci e Fiom sul “Risparmio e rinnovabili: alternativa al nucleare e ai combustibili fossili”, a Palermo. “Esprimiamo grande soddisfazione e staremo attenti affinche’ questo impegno venga rispettato – ha commentato Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambiente – Oggi volevamo dimostrare che puntare sul nucleare significa far arretrare di 15 anni il nostro Paese. E l’unica alternativa possibile all’energia atomica sono le fonti rinnovabili. Basta guardarsi attorno per costatare che anche quei Paesi che in passato hanno puntato sull’atomica oggi indirizzano le proprie ricerche verso le energie rinnovabili. Ma il Governo italiano ha da poco approvato alla Camera un disegno di legge che va nella direzione opposta e avvicina sempre di piu’ il nostro Paese al nucleare”. “Abbiamo intenzione di valutare i suggerimenti che ci arriveranno – ha detto l’assessore Gianni – il piano, stilato tempo fa, necessita di un rinnovamento per questo ci siamo gia’ messi al lavoro”.