• Articolo , 16 gennaio 2009
  • Energia, in arrivo un impianto fotovoltaico per lo scalo romano

  • L’apparecchio costato circa 25 milioni di euro garantirà una riduzione delle emissioni inquinanti

Oltre che scalo internazionale l’aeroporto Leonardo Da vinci di Fiumicino si appresta a diventare anche un sito di produzione di energia ottenuta da fonti rinnovabili. Tra due o tre mesi infatti partiranno i lavori per la realizzazione da parte di Acea di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica su un terreno di circa 10 ettari di proprietà di Aeroporti di Roma, situato nei pressi del principale scalo capitolino. Saranno probabilmente le aree dove attualmente sorgono alcuni parcheggi, come quello chiamato “lunga sosta”, a fare spazio alla costruzione dell’impianto fotovoltaico con un potenziale di 2,7 megawatt all’anno. L’energia prodotta da questo impianto sarà gestita da Acea che la immetterà nella sua rete commerciale.
Questi i progetti di Adr a lunga scadenza, ma ulteriori novità nella produzione di energia, in questo caso destinata a soddisfare il fabbisogno dello scalo, sono attese anche per il breve termine. A quanto riferito dal direttore generale di Adr Franco Giudice, “tra un mese e mezzo entrerà in funzione l’impianto di cogenerazione a gas in grado di fornire tutta l’energia sufficiente al fabbisogno dell’aeroporto”.
“Si tratta di un impianto costato circa 25 milioni di euro, capace di garantire 2,7 megawatt di energia annui, pensato per raggiungere due obiettivi: garantire autonomia energetica allo scalo ed ottenere un minor impatto di emissioni inquinanti. “Con questo impianto a cogenerazione, 3 motori alimentati a gas, che produce acqua e genera elettricità risparmieremo in termini di emissioni inquinanti” ha spiegato Giudice. “Continueremo comunque ad acquisire energia prodotta attraverso altre fonti – ha aggiunto – ma la utilizzeremo solo come back-up in caso di necessità”.