• Articolo , 21 novembre 2008
  • “Energia in gioco” ha eletto i vincitori piemontesi

  • Il progetto “Energia in gioco” dell’Enel è giunto a conclusione, con le premiazioni avvenute al Centro Luigi Einaudi di Entraque, nella centrale idroelettrica più grande d’Italia. Il progetto, che coinvolgeva 41 istituti, di cui 9 premiati, ha portato alla luce lampioni, illuminazioni sostenibili, riscaldamenti a pannelli termici. I ragazzi della scuola “Rodari” di Verbania hanno […]

Il progetto “Energia in gioco” dell’Enel è giunto a conclusione, con le premiazioni avvenute al Centro Luigi Einaudi di Entraque, nella centrale idroelettrica più grande d’Italia. Il progetto, che coinvolgeva 41 istituti, di cui 9 premiati, ha portato alla luce lampioni, illuminazioni sostenibili, riscaldamenti a pannelli termici.
I ragazzi della scuola “Rodari” di Verbania hanno vinto il premio per la scuola primaria: hanno progettao lampioni per il trekking urbano da sistemare su di una scalita accanto al lago. La scuola media di Gattinara ha vinto il premio della sua categoria, con l’elaborazione di uno skate-park. Complessi i progetti delle scuole superiori: l’Itis “Delpozzo” di Cuneo ha studiato un impianto di illuminazione cittadino fotovoltaico in grado di produrre energia durante in giorno e durante la notte.
Alle premiazioni regionali seguiranno quelle nazionali, con un finanziamento di 6mila euro alla scuola prima classificata. Il progetto è in fase di espansione europea, sotto il nome di “Play Energy”, e intende coinvolgere Romania, Slovacchia, Bulagaria, Costarica, Cile, Guatemala, Russia e USA: uno degli obbiettivi principali è il gemellaggo tra i vari istituti.