• Articolo , 12 novembre 2008
  • Energia: inaugurato impianto fotovoltaico tribunale Potenza

  • “E’ un impianto all’avanguardia che pur essendo costato una cifra non molto elevata ci consente di ottenere i migliori risultati possibili in campo energetico-ambientale e testimonia la grande attenzione dell’amministrazione nei confronti del Tribunale”. Lo ha detto – secondo quanto riferito dall’ufficio stampa – il sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, che stamani ha inaugurato l’impianto […]

“E’ un impianto all’avanguardia che pur essendo costato una cifra non molto elevata ci consente di ottenere i migliori risultati possibili in campo energetico-ambientale e testimonia la grande attenzione dell’amministrazione nei confronti del Tribunale”. Lo ha detto – secondo quanto riferito dall’ufficio stampa – il sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, che stamani ha inaugurato l’impianto fotovoltaico del Palazzo di Giustizia. ”Consideriamo, infatti – ha aggiunto il sindaco – il Tribunale una struttura d’eccellenza del capoluogo e dell’intera regione, che da’ lustro a Potenza e per la quale il Comune si impegna economicamente ogni anno per circa 800 mila euro per la gestione ordinaria. E’ in via di realizzazione il progetto di un impianto da due milioni e mezzo di euro, anch’esso di ultima generazione, che consentira’ attraverso una centrale a gas, di generare corrente, riscaldare l’edificio che ospita gli uffici giudiziari d’inverno e rinfrescarlo d’estate”. Per il sindacao, ”e’ da sottolineare come lo stesso sia tra i pochi progetti candidati in Italia ad aver ottenuto il finanziamento del Ministero per l’Ambiente. Il progetto che inauguriamo oggi e’ importante anche e soprattutto perche’ e’ il primo in citta’ e fara’ da apripista per la realizzazione di altri che riguarderanno la gran parte degli edifici municipali. Sono convinto – ha concluso Santarsiero – che le politiche ambientali e la loro attuazione passino si’ per i grandi protocolli internazionali, ma possano realizzarsi soprattutto con l’impegno serio e concreto delle realta’ locali”.