• Articolo , 16 febbraio 2011
  • Energia Intelligente per l’Europa: 2 progetti per la Provincia di Pescara

  • Sono stati approvati e finanziati, nell’ambito del nuovo programma transfrontaliero IPA Adriatico e del Programma EIE – Energia Intelligente per l’Europa, i progetti denominati ADRIMOB (Sustainable coast MOBility in the ADRIatic area) e UrbanSolPlus (Solar thermal in major renovations and protected urban areas) di cui la Provincia di Pescara è partner attraverso il Servizio Politiche […]

Sono stati approvati e finanziati, nell’ambito del nuovo programma transfrontaliero IPA Adriatico e del Programma EIE – Energia Intelligente per l’Europa, i progetti denominati ADRIMOB (Sustainable coast MOBility in the ADRIatic area) e UrbanSolPlus (Solar thermal in major renovations and protected urban areas) di cui la Provincia di Pescara è partner attraverso il Servizio Politiche Comunitarie.

Il *Progetto ADRIMO* è finalizzato alla definizione e sviluppo di una strategia comune di trasporto sostenibile, in particolare per i passeggeri, fra le sponde dell’Adriatico e lungo le coste, attraverso il miglioramento e rafforzamento dei trasporti marittimi, combinati con altri mezzi di trasporto a terra e alternativi all’auto, quali treno, bus e bicicletta. L’idea è di strutturare un sistema intermodale e interadriatico che consenta ai viaggiatori, il cui numero è in costante aumento, siano essi turisti, operatori economici o lavoratori, di potersi spostare agevolmente utilizzando in primo luogo le vie d’acqua ed evitando l’utilizzo dell’auto. Con questo progetto si intende contribuire alla strategia dell’Unione Europea per una mobilità sostenibile e rafforzare i legami economici, turistici e culturali in tutta l’area dell’Adriatico che può diventare in breve tempo una delle più importanti macroregioni europee. A tal proposito, molto significativo è il numero e il prestigio dei partner: tra questi, oltre alla Provincia di Pescara, le Province di Ravenna, capofila del progetto, Brindisi, Pesaro e Urbino, Rimini e Venezia, la città di Rovigno (Croazia), il porto di Bar (Montenegro), la Prefettura di Thesprotia (Igoumenitsa – Grecia), la Shortsea Promotion Centre Croata, il Ministero dei Trasporti Sloveno, l’Autorità Portuale di Bari, la Municipalità di Durazzo (Albania) e quella di Rab (Croazia), il Comune di Cesenatico, il ministero dei trasporti e delle infrastrutture croato, la Fondazione Istituto sui trasporti e la logistica di Bologna e il Primorsko-Goranska County croato. La Provincia di Pescara coordinerà le attività per definire una Strategia Adriatica transfrontaliera per l’attuazione della mobilità multimodale. Il budget è pari a 2.915.000 euro.

Il *Progetto UrbanSolPlus* mira invece a favorire la diffusione dell’energia solare, riducendo le barriere attuali all’uso della stessa nel restauro di edifici situati in aree urbane e/o protette. Il progetto prevede l’implementazione di azioni pratiche nei Paesi partner, precedute da uno studio delle condizioni locali e dei bisogni e dall’attuazione di modelli adatti. È prevista inoltre una forte ed ampia attività di disseminazione, cioè diffusione e promozione,durante tutta la durata del progetto, allo scopo di assicurare un impatto adeguato delle azioni. Il progetto intende favorire gli investimenti nella realizzazione di impianti per l’uso dell’energia solare; incrementare il know-how dei produttori di impianti ad energia solare; promuovere regole di costruzione degli edifici che prendano in considerazione i risultati del progetto. I partner sono la società Ambiente Italia, in qualità di capofila, e la Province di Benevento, Lisboa E-nova, Apisolar (Portogallo), SFZ Solites, Berlin Energy Agency (Germania), Agencia d’Energia de Barcelona, Aiguasol (Spagna), EC BREC Institute for Renewable Energy Ltd, City of Przemsyl (Polonia), Ezavol (Slovenia). La Provincia di Pescara svolgerà attività di comunicazione e disseminazione nelle aree del cratere interessate dal sisma del 6 Aprile 2009. Grande soddisfazione viene espressa dall’assessore provinciale Valter Cozzi, il quale sottolinea “l’impegno dell’ente e del Servizio politiche Comunitarie nel portare avanti proposte progettuali strategiche per lo sviluppo del territorio e di grande interesse dal punto di vista della sostenibilità ambientale”. In questo caso il budget è pari a 1.132.000 euro.