• Articolo , 13 novembre 2008
  • Energia: l’impegno di Abbiategrasso per l’utilizzo delle fonti rinnovabili

  • Una giornata di studi per connotare sempre di più Abbiategrasso come città ‘ecologicamente responsabile’, aperta alle innovazioni tecnologiche che consentono di diminuire l’impatto ambientale: il profilo di un’ecologia del fare, pensata a beneficio della comunità locale. E’ nel segno di questa convinzione che l’Amministrazione comunale di Abbiategrasso e, nello specifico, l’assessorato alle Politiche per l’Ambiente, […]

Una giornata di studi per connotare sempre di più Abbiategrasso come città ‘ecologicamente responsabile’, aperta alle innovazioni tecnologiche che consentono di diminuire l’impatto ambientale: il profilo di un’ecologia del fare, pensata a beneficio della comunità locale.
E’ nel segno di questa convinzione che l’Amministrazione comunale di Abbiategrasso e, nello specifico, l’assessorato alle Politiche per l’Ambiente, organizzano insieme ad importanti partner scientifici ed istituzionali una giornata di studi che si terrà venerdì 21 novembre dalle 9 alle 17.30 nel complesso dell’Annunciata di via Pontida.
Si dibatterà attorno al tema Risparmio energetico ed uso delle fonti rinnovabili: opportunità per la riduzione dei consumi, il rispetto dell’ambiente e investimenti finanziari. Un argomento di forte attualità: i problemi causati dalle emissioni di gas serra, dalle prospettive di dipendenza energetica dall’estero e dal progressivo esaurimento delle riserve di petrolio hanno portato i Paesi dell’Unione europea all’adozione di un “piano d’azione comunitario per l’efficienza energetica” che prevede di arrivare al 2020 con una quota di produzione d’energia da fonti rinnovabili ed un abbattimento delle emissioni di gas serra di almeno il 20 per cento rispetto ai livelli attuali.
In questo contesto nasce l’iniziativa del Comune di Abbiategrasso, con l’obiettivo di promuovere un momento di confronto e di riflessione sul risparmio energetico e sull’utilizzo delle fonti rinnovabili. Il convegno sarà anche l’occasione per presentare il progetto ambizioso – che vede protagonista l’Università degli Studi di Milano – per la realizzazione ad Abbiategrasso di un Laboratorio Acqua, Suolo, Aria come centro di ricerca, sperimentazione, formazione professionale di medio e alto livello sulle acque e sui suoi ecosistemi. Il laboratorio viene presentato come centro di ricerca regionale realizzato nell’ambito dell’accordo di programma stilato tra il Comune, l’Università Statale di Milano, la Regione Lombardia, la Provincia di Milano e l’Agenzia del demanio.
Al convegno parteciperanno esponenti dell’Università degli Studi di Milano, della Regione Lombardia (Direzione Generale Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo; Direzione Generale Agricoltura), di Cestec (Centro per lo sviluppo tecnologico, l’energia e la competitività delle piccole e medie imprese lombarde – società partecipata da Regione Lombardia), del Politecnico di Milano, di Banca Intesa San Paolo, del G.S.E. (Gestore Servizi Elettrici), di AEEG (Autorità per l’energia elettrica ed il gas) e dell’Agenzia delle Entrate.
L’iniziativa è organizzata dal Comune di Abbiategrasso con il patrocinio della Provincia di Milano e di Ersaf (Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste) e il sostegno del gruppo Banca Intesa San Paolo.
“Attraverso questo momento di confronto – spiega l’assessore all’Ambiente Beatrice Poggi – Abbiategrasso vuole porsi al servizio della comunità territoriale in un ambito quanto mai strategico e attuale: la diminuzione dell’impatto ambientale e l’utilizzo di fonti energetiche alternative sono un impegno importante per tutte le amministrazioni locali. Abbiamo scelto di chiamare a raccolta esperti, studiosi e dirigenti di enti e istituzioni per approfondire insieme le strategie future da adottare in campo ambientale. Abbiategrasso vuole connotarsi come amministrazione del fare anche in campo ecologico, prospettando soluzioni concrete per la tutela del paesaggio e senza limitarsi alle dichiarazioni d’intenti”, conclude Poggi.