• Articolo , 29 marzo 2011
  • Energia, la Regione continua a sollecitare il Governo

  • «Proseguire con gli attuali incentivi per le fonti di energia rinnovabili sino al 31 dicembre, realizzare un Piano fino al 2016 per il sostegno prioritario a specifiche attività come autoconsumo, e utilizzo dei tetti per produzione di energia solare nonché attivazione immediata di un Tavolo nazionale per l’energia». Sono queste le richieste rivolte al Governo […]

«Proseguire con gli attuali incentivi per le fonti di energia rinnovabili sino al 31 dicembre, realizzare un Piano fino al 2016 per il sostegno prioritario a specifiche attività come autoconsumo, e utilizzo dei tetti per produzione di energia solare nonché attivazione immediata di un Tavolo nazionale per l’energia». Sono queste le richieste rivolte al Governo dall’assessore alle Attività produttive della Regione Emilia-Romagna, Gian Carlo Muzzarelli, intervenuto alla Commissione politiche energetiche della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

In Conferenza delle Regioni, Muzzarelli ha sottolineato con preoccupazione «occorre che il Governo presenti un testo che assicuri, con serietà e responsabilità, certezze alle imprese che operano nel campo delle energie rinnovabili. Bisogna assicurare sino al 31 dicembre gli attuali incentivi, assicurandone poi la continuità nel modo più opportuno, diversificare il sostegno pubblico dando delle priorità, ed attivare il prima possibile un Tavolo nazionale per l’Energia, che dia risposte concrete. Cittadini ed imprese richiedono chiarezze e un programma strategico di lungo respiro, per non azzoppare il paese più di quanto questo Governo abbia già fatto».