• Articolo , 4 agosto 2010
  • Energia, nel 2010 i consumi crescono del 2,5%

  • Crescono i consumi di elettricità. Terna paragona i dati gennaio-luglio 2009 e rivela un aumento della richiesta diffuso sulla penisola, ma la palma nera va al nord italia con un +7,7% rispetto

(Rinnovabili.it) – Si alzano le temperature, crescono i consumi di energia elettrica e, come spesso accade, questi due parametri tendono ad aumentare in maniera simultanea. Ne dà notizia Terna che, oltre a diffondere i dati del consumo del mese di luglio ha fatto un bilancio di quanto consumato nei primi sette mesi dell’anno in corso rispetto al medesimo periodo del 2009. A fronte di un aumento della temperature di mezzo grado del luglio 2010 rispetto al 2009 Terna ha rilevato un crescendo diffuso della domanda energetica, anche a livello nazionale. La crescita quindi si registra non solo nel mese in questione ma anche nei primi sette mesi dell’anno in corso: il quantitativo di energia richiesta nel mese di luglio 2010 è stato, a livello nazionale, di 31,5 miliardi di kWh con un aumento nell’ordine del +5,4% rispetto ai vecchi dati mentre in sette mesi si è registrato un +2,5%.
Ma i numeri del luglio 2010 non sono gli stessi in tutta la penisola: al nord l’aumento della domanda è stato del 7,7%, al centro del 5,2% e al sud del 1,3%.
Dall’analisi dei dati il giorno di luglio che ha fatto registrare la domanda maggiore di energia elettrica è risultato venerdì 16, con una richiesta pari a 56.425 MWh, valore superiore dell’8,8% se paragonato alla punta massima registrata nel medesimo mese del 2009.
L’energia consumata non è però tutta ‘made in Italy’, un 14,2% è stato infatti importato anche se i dati confortano rilevando un aumento positivo della quota di produzione nazionale: in crescita il settore termico (+11,1%), bene anche l’eolico (+6,3%) e il fotovoltaico (+10,1%) mentre un calo è stato registrato per i settori idroelettrico (-14,6%) e geotermoelettrico (-3,5%).