• Articolo , 28 ottobre 2008
  • Energia nucleare in Italia tra cinque anni?

  • Il governo, con in primo piano i ministri dello Sviluppo e dell’Ambiente, affrettano i tempi per la realizzazione della prima centrale, che vorrebbero vedere realizzato tra cinque anni

La politica del governo di Silvio Berlusconi non presenta nessuna preclusione nei confronti dell’energia nucleare, che invece considera l’energia più pulita e più rispettosa dell’ambiente e che lo stesso governo ritiene ormai anche una fonte sicura. Questo è il ragionamento esposto dal ministro dell’Ambiente, che oggi ha spiegato come insieme a Scajola, ministro dello Sviluppo, stiano lavorando perché sono consapevoli che ormai non c’è più tempo. Il desiderio del governo sul nucleare, secondo il ministro, sarebbe quello, testualmente, _”di vedere il primo impianto realizzato nei prossimi cinque anni”_, soprattutto perché il governo è convinto che ormai nelle nuove centrali l’energia nucleare venga prodotta in maniera sicura. A questo proposito è stato già predisposto un emendamento, approvato dalla Camera, che prevede l’Agenzia sulla sicurezza ambientale.