• Articolo , 11 giugno 2008
  • Energia solare: per il 62% degli italiani è la scelta giusta

  • Presentati i dati della ricerca “Nuove frontiere dell’abitare: gli italiani e la casa a risparmio energetico” all’inaugurazione di Atika, la casa intelligente a bassi consumi energetici

Per l’opinione pubblica è l’energia del sole la fonte alternativa al petrolio su cui è opportuno puntare. Secondo il 62% degli italiani, infatti, il Paese dovrebbe investire nella tecnologia solare, il 15% punterebbe sull’eolico, mentre solo l’8% dei cittadini pensa sia giusta la strada del nucleare. I dati sono quelli di “Nuove frontiere dell’abitare: gli italiani e la casa a risparmio energetico” il sondaggio realizzata dall’ISPO (Istituto per gli studi sulla pubblica opinione). Dai risultati si evidenzia una forte sensibilità verso il risparmio energetico domestico: circa la metà della popolazione (50,2%) lo ritiene un tema prioritario, con i giovani e i più istruiti a segnare la strada, specialmente nell’utilizzare lampadine a basso consumo, lavatrici o lavastoviglie a basse temperature o a provvedere regolarmente alla pulizia delle caldaie. La ricerca è stata presentata da Renato Mannheimer, presidente dell’ISPO nel corso dell’inaugurazione all’Auditorium di “Atika” la prima casa a risparmio energetico ideata per i climi mediterranei che dopo la presentazione in anteprima mondiale a Bilbao in Spagna, è sbarcata anche in Italia. Realizzata da Velux Italia e da RomaEnergia (azienda del Comune di Roma per l’energia e lo sviluppo sostenibile) con il patrocinio dei Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, Atika è dotata di una struttura flessibile e intelligente ad inseguimento solare, ad iniziare dai diversi orientamenti delle falde del tetto (l’orientamento a nord garantisce luce indiretta ottimale durante la stagione estiva, mentre quello a sud permette di accumulare calore durante l’inverno e di raccogliere l’energia attraverso i pannelli solari termici durante tutto l’anno) alle schermature solari alle finestre (per impedire ai raggi di surriscaldare i vetri durante l’estate e garantire un migliore isolamento dal freddo durante l’inverno). Il progetto che è stato installato presso l’auditorium Parco della Musica di Roma, sarà aperto al pubblico con ingresso libero fino a fine luglio, per sensibilizzare i cittadini alle tematiche legate al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale.