• Articolo , 9 marzo 2009
  • Energia spagnola, un terzo è rinnovabile

  • Grande crescita delle energie da fonti rinnovabili in Spagna che raggiungono addirittura il 30% del fabbisogno.
    Un esempio virtuoso in regola, da questo punto di vista, con le normative europee

Lo pubblica proprio oggi il quotidiano iberico El Pais: oramai la produzione di energia in Spagna per un terzo é tratta da fonti rinnovabili.
E con questo 30% di elettricità consumata, gli spagnoli hanno raggiunto l’obiettivo deciso nel 2001 dalla Ue per il 2010 e che, secondo i dati della Rete Elettrica, soltanto un anno fa pareva impossibile.
Tra i vari fattori che hanno aumentato l’importanza delle rinnovabili è stato il calo della domanda generale di energia, dovuta alla crisi economica che ha consentito di conseguenza l’incremento “percentuale” della potenza installata nell’eolico nell’ultimo decennio, e poi va considerato il grande aumento delle precipitazioni che hanno fatto aumentare di ben il 126,4% la produzione dell’energia idraulica, fra gennaio e marzo, a fronte del medesimo periodo del 2008. A febbraio 2008, l’eolica è stata pari al 15,8% del consumo generale, l’idraulica ha raggiunto il 15,6%. Secondo fonti di Rete Elettrica, é prevedibile che in primavera si mantenga questo standard, secondo i dati della Rete Elettrica, se continuerà a piovere, anche se con una fisiologica diminuzione in estate.
Per quanto riguarda l’energia solare fotovoltaica, il cui contributo comincia ad essere significativo, circa il 5% del totale, secondo gli studi di di Heikki Mesa, responsabile del cambi climatico del Wwf Spagna.
Ma è tanta anche l’energia pulita che va perduta per sovraccarico, dato che la rete elettrica ha un sistema che consente di controllare costantemente la produzione e ordinare la disattivazione dei dispositivi eolici in caso di sovrapproduzione. Come è successo a novembre 2008 quando, in presenza di una forte perturbazione atmosferica, Rete Elettrica disattivò ben il 37% degli impianti eolici, non potendo assorbire tutta l’energia prodotta.