• Articolo , 18 novembre 2008
  • Energie rinnovabili, il tema al centro di un dibattito nella prefettura di Viterbo

  • In un incontro aperto agli amministratori e ai dirigenti pubblici, il prefetto di Viterbo Alessandro Giacchetti ha introdotto oggi, nella sede del Palazzo di Governo, il tema delle energie rinnovabili e ha illustrato le possibili alternative, compresa l’applicazione del fotovoltaico. Il risparmio sembra essere la prima fonte di energia cui attingere. È stato calcolato, infatti, […]

In un incontro aperto agli amministratori e ai dirigenti pubblici, il prefetto di Viterbo Alessandro Giacchetti ha introdotto oggi, nella sede del Palazzo di Governo, il tema delle energie rinnovabili e ha illustrato le possibili alternative, compresa l’applicazione del fotovoltaico.
Il risparmio sembra essere la prima fonte di energia cui attingere. È stato calcolato, infatti, che i consumi energetici italiani sono in gran parte dovuti a sprechi evitabili.
L’energia necessaria potrebbe essere attinta da fonti rinnovabili attraverso lo sviluppo di energie alternative e, in particolare, di energia solare.
L’incontro si è posto nella linea di azione della International Energy Agency e del piano del Governo italiano che ha come obiettivo una riduzione, in conformità alle direttive dell’Unione Europea, di almeno l’1% annuo entro il 2020.
Il solare, con la tecnologia delle celle fotovoltaiche, si sta sviluppando rapidamente con una produzione che cresce a livello internazionale del 50% l’anno.
Hanno partecipato all’incontro il presidente della Provincia Alessandro Mazzoli e l’assessore della Provincia Tolmino Piazzai, competente per materia. Sono intervenuti l’ing. Giorgio Maria Famularo, sulla tecnica del fotovoltaico, nozioni e tecnologia, e il dr. Antonio Lo Bianco, sul conto energia, la legge e gli incentivi; infine, l’arch. Alessandro Moretti ha illustrato il tema del fotovoltaico in architettura, progetti di integrazioni architettoniche.
Di Luigi Palamara