• Articolo , 29 settembre 2010
  • Enfinity, l’innovazione al servizio della sostenibilità

  • Patrick Decuyper spiega come è nata Enfinity e dell’Italia dice: “E’ uno dei mercati più interessanti del vecchio continente e ha un potenziale di crescita ancora notevole”

In Italia avvierà in autunno la costruzione di quattro nuovi cantieri del Nord Italia, in qualità di EPC Contractor. Enfinity non ha solo guardato ai singoli mercati nazionali ma ha saputo conquistare negli anni un ruolo di leadership a livello mondiale nel comparto dell’eolico e del fotovoltaico, diventando in poco tempo uno dei protagonisti più affermati del panorama globale degli operatori specializzati, con sedi in Europa, America e Asia. Abbiamo intervistato Patrick Decuyper per capire quali sono le ragioni che hanno portato questo gruppo industriale a conquistare fette sempre più ampie di mercato, riuscendo a combinare qualità e innovazione.

*_Lavinia Carli:_ Enfinity è nata solo cinque anni fa e in breve tempo è diventata uno dei gruppi più importanti nelle rinnovabili a livello mondiale, con 120 MWp di potenza installata fino ad oggi. Qual è il segreto di questo successo?*
*_Patrick Decuyper:_* Fin dall’inizio abbiamo investito tempo e risorse per creare un modello solido e sostenibile di business. Abbiamo presto capito che era necessario agire su scala globale ed estendere i rischi ad aree diverse all’interno del business. Ecco perché abbiamo creato con successo le nostre cinque aree aziendali: Sviluppo, Investimento, Tecnica, Commercio ed Energia. In questo modo sviluppiamo, finanziamo, costruiamo e mettiamo in opera impianti ad energia solare su scala mondiale. Grazie al suo progetto di sviluppo ed alla esperienza acquisita negli anni, infatti Enfinity vende anche installazioni solari integrate a compagnie e utenti privati chiavi in mano (come EPC e O&M contractor). Grazie a questo modello operativo che abbiamo ribattezzato: _“Global experience, local focus”_ siamo riusciti a trovare il giusto modo per espanderci in tutto il mondo. Compagnie, investitori o governi contattano Enfinity perché è l’unica ad avere questa grande esperienza e nello stesso tempo riesce a comprendere a pieno le diversità locali del mercato. Nei mesi scorsi abbiamo annunciato un aumento di capitale di 45 milioni di euro in due fasi. Questo nuovo capitale ci permetterà di andare avanti nei nostri ambiziosi piani di crescita, insieme alla nostra unità commerciale di recente istituzione, Enfinity Power, che diventerà produttore di energia per generare una nuova fonte di entrate per l’intero gruppo.

*_L.C.:_ Voi siete presenti in molti Paesi, in Europa, America e Asia. Nel fotovoltaico quali sono secondo lei i trend di sviluppo dei mercati emergenti e di quelli consolidati, come Europa e America?*
*_P.D.:_* Lo scorso anno ci siamo ampliati in Europa, Nord America e Asia, ma siamo pronti a cogliere ogni altra opportunità anche in altre regioni. Riteniamo, infatti, che sia molto importante continuare su questa strada per consolidare la nostra posizione sul mercato. La nostra strategia che ci porta a muoverci per primi su alcuni mercati cu sta dando grandi opportunità in molti Paesi. In Asia, ad esempio, la regione nella qualche abbiamo intravisto grandi opportunità per le energia rinnovabili, è la Tailandia, dove il governo intende portare la produzione di energia da fonti rinnovabili al 20 % sul totale entro il 2020. Nel 2010 investiremo anche in Corea de Sud e Taiwan, dove si sta progettando un piano di sviluppo delle fonti pulite che durerà circa quindici anni per triplicare la domanda di biocarburanti, rispetto all’attuale 6%. E’ previsto che Enfinity sviluppi investimenti anche in Malesia e Filippine nel corso del 2011, ma rafforzeremo la nostra presenza anche in Sud America, specialmente in Brasile, Cile e Perù, regioni ad altissimo potenziale dove noi stiamo muovendo ora i primi passi.

*_L.C.:_ Lei ha dichiarato qualche mese fa: “L’Italia può essere considerata il secondo mercato interno di Enfinity, con oltre 13 MWp installati o in fase di completamento; la nostra sede di Milano risulta avere quindi particolare importanza per noi”. Per lei il nostro rimane un mercato appetibile nonostante i tagli agli incentivi statali?*
*_P.D.:_* Con la Francia, la Repubblica Ceca e il Regno Unito, L’Italia è uno dei Paesi che, anche con ridotti incentivi statali, ha uno mercati più interessanti in Europa. Questo aspetto, insieme alla vocazione internazionale della nostra azienda, ci ha fatto essere presenti molto presto sul mercato italiano con un team di esperti. Crediamo che l’Italia abbia ancora un alto potenziale di crescita e nel nostro piano di espansione i progetti, in questa direzione, acquisteranno sempre più importanza, anche grazie al fatto che stiamo portando in Italia l’esperienza maturata in Belgio.

*_L.C.:_ Enfinity opera con successo anche nel settore dell’energia eolica. Quali sono le nazioni che dal suo punto di vista cresceranno di più nella produzione eolica nei prossimi anni e perché?*
*_P.D.:_* In Europa, dove concentriamo i nostri maggiori sforzi al momento, io punterei sull’Italia, sul Regno Unito e su alcuni altri Paesi del sud-est dell’Europa, principalmente perché in questi paesi c’è ancora una differenza fra domanda e offerta che riteniamo sia ancora da sfruttare stiamo tentando di farlo attraverso il nostro _Team Enfinity Wind,_ che può contare su esperti qualificati e un solido background tecnico.

*_L.C.:_ Ho letto che avete siglato un accordo con Trina Solar per la fornitura di energia solare al padiglione belga-europeo per la Shanghai World Expo. Mi può spiegare meglio di che cosa si tratta?*
*_P.D.:_* Come una delle imprese più importanti al mondo nel campo della produzione di energia da fonti rinnovabili abbiamo deciso di fornire un sistema fotovoltaico integrato con una capacità di 160 kW insieme a Trina Solar e al Governo Belga. Grazie a questa partnership strategica abbiamo visto l’opportunità per sensibilizzare la gente ad acquisire conoscenza dell’importanza delle energie pulite. Il sistema, con circa 690 tonnellate di moduli Tirna Solar, può produrre circa 116.000 kWh di energia elettrica, risparmiando 87 tonnellate di emissioni di CO2 e 39 tonnellate di carbone ogni anno. L’installazione fotovoltaica su questo padiglione supporta anche il tema della Shanghai Expo: _“Better City, Better Life”._ Enfinity vuole dare un forte contributo alla creazione di un mondo nel quale, per le nuove generazioni, il futuro possa essere brillante tanto nella sfera sociale, quanto in quella culturale ed economica. Con oltre 40.000 persone che visiteranno ogni giorno il padiglione Belga-Europeo, speriamo di trasmettere questa consapevolezza.

*_L.C.:_ Mr Decuyper alla fine del 2009 lei ha ricevuto il Creative Young Entrepreneur Award (CYEA), un riconoscimento molto importante assegnato al miglior giovane imprenditore del mondo tra più di 100 candidati di 20 nazioni. Cosa significa per lei questo premio?*
*_P.D.:_* Naturalmente ne sono molto orgoglioso, specialmente perché è la prima volta che un imprenditore della regione fiamminga vince questo premio. Può essere anche considerato un apprezzamento per il duro lavoro di tutti gli impiegati di Enfinity e certamente ci motiva a continuare la nostra espansione e a coltivare la nostra ambizione per un mondo alimentato ad energia pulita. Cinque anni fa, quando il mondo degli affari era ancora scettico sull’energia solare, Gino Van Neer ed io abbiamo deciso di creare un nuovo modello di business, basato su programmi di locazione di tetti e terreni, per produrre energia rinnovabile evitando i problemi di investimento incontrati da molte società interessate ad operare in questo settore. Questa è stata la strategia vincente di Enfinity, una strategia che è ancora alla base del nostro successo e che ci ha permesso raggiungere la posizione di leadership a livello mondiale che abbiamo oggi.