• Articolo , 8 giugno 2008
  • Enna: Alloggi popolari a risparmio energetico

  • L’Istituto Autonomo Case Popolari punta con concretezza, proseguen nel suo impegno per il contenimento dei consumi energetici e l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia. Tanto è vero che tutti i progetti di nuovi alloggi a partire dal 2007 prevedono l’utilizzo di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda ed il riscaldamento degli alloggi […]

L’Istituto Autonomo Case Popolari punta con concretezza, proseguen nel suo impegno per il contenimento dei consumi energetici e l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia. Tanto è vero che tutti i progetti di nuovi alloggi a partire dal 2007 prevedono l’utilizzo di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda ed il riscaldamento degli alloggi e di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica per gli usi condominiali. Intanto ha aderito all’ “Anno dell’efficienza energetica di Federcasa”, nell’ambito della campagna Generazione Clima promossa da WWF/Federcasa/Escoitalia. L’Istituto ha deciso di distribuire gratuitamente agli inquilini degli immobili coinvolgendoli direttamente nella campagna, un kit di efficienza energetica. I kit contengono 4 lampade ad alto risparmio energetico e un kit idrico, con 3 riduttori aerati per rubinetti e un erogatore a Basso Flusso per docce. Le caratteristiche dei componenti il kit sono: le lampade fluorescenti compatte (una lampada da 16W attacco grande (E27) 2 lampade da 16W attacco grande (E27) e una lampada da 12W attacco piccolo (E14) sono certificate e garantite per vita nominale pari o superiore a 10.000 ore. I kit idrici saranno resi identificabili, attraverso una opportuna marchiatura delle confezioni o l’inserimento di fogli informativi, saranno equipaggiati di accessori come guarnizioni di ricambio e chiavi di montaggio/raschiatura o altri strumenti con analoga funzione. La distribuzione dei kit sarà gratuita ai singoli utenti, previo avviso. A partire dal mese di ottobre i possessori di alloggi popolari dovranno recarsi presso l’Istituto, compilare e firmare un apposito modulo Federcasa in duplice copia.