• Articolo , 7 ottobre 2010
  • Entro il 2011 car sharing “elettrico” sotto la Tour Eiffel

  • Parigi si prepara a inaugurare entro il prossimo anno il primo servizio di car sharing urbano che farà uso esclusivo di mezzi elettrici, con un parco di 3000 auto dislocate in 700 punti della città

(Rinnovabili.it) – Dalle due ruote, alle quattro ruote fino ad arrivare alle quattro ruote elettriche. Non è un esercizio di progettazione ma la “naturale evoluzione” dei sistemi di trasporto “condiviso” nella città di Parigi. In principio l’amore dei parigini è scoppiato per il bike sharing, ribattezzato “Vélib”:http://www.rinnovabili.it/bike-sharing-la-sostenibilita-su-due-ruote ; poi è arrivato anche il trasporto in auto, e questa volta ha preso il nome di “Autolib”:http://www.autolib.fr/autolib/infos.html . Ma la vera novità a Parigi è l’arrivo imminente su strada di un servizio di car sharing completamente elettrico. La notizia, che annuncia al massimo per il prossimo anno l’adozione per il servizio di condivisione delle auto cittadine di un parco auto a bassissimo impatto ambientale, ha già suscitato la curiosità di molti anche fuori dai confini nazionali. Autolib in versione “elettrica” sarebbe in grado, entro il prossimo anno, di far circolare su strada 3.000 auto che dovrebbero essere distribuite in circa 700 stazioni del circuito urbano e messe a disposizione degli utenti. Il servizio dovrebbe prevedere un costo, come canone mensile, pari a circa 15 euro con tariffe di 5 euro per ogni 30 minuti di utilizzo.
Un’idea, quella di utilizzare mezzi elettrici al posto di auto convenzionali per il car sharing, che avrà di sicuro un effetto positivo sul miglioramento delle condizioni di inquinamento della città, consentendo, ogni anno, di tagliare di circa 22mila tonnellate le emissioni di CO2. Gli elementi per fare di Autolib un servizio di successo ci sono tutti, almeno sulla carta, anche se gli organizzatori si augurano di non vedere naufragare questo progetto a causa di atti di vandalismo come è accaduto nei mesi scorsi al servizio di bike sharing. Il programma che consentirà ai parigini di utilizzare auto in condivisione prevede la costituzione di un partenariato pubblico-privato, che prevedrebbe la collaborazione della società di autonoleggio Avis e della Società Ferroviaria Nazionale Francese. Secondo alcune indiscrezioni una prima fase di test del servizio dovrebbe partire entro il prossimo giugno anche se il sindaco Delanoë ha già espresso l’auspicio che Autolib “elettrico” sia pienamente operativo a partire da settembre 2011.