• Articolo , 12 gennaio 2009
  • Eolico 2008: un vento da 6 TWh

  • Anev-Aper-Enea-Gse forniscono i dati all’energia eolica in Italia, in merito all’anno appena conclusosi. Numeri positivi che confermano in pieno la previsione che l’Associazione dell’energia del vento aveva pubblicato nel 2005

L’energia eolica italiana sta ampiamente dimostrando d’essere una fonte dalle grandi potenzialità. Lo dimostrano soprattutto gli eccellenti risultati ottenuti nel 2008, anno conclusosi con il massimo di installazioni di sempre per il nostro Paese, cresciute di circa il 35%. Un record che tradotto in cifre vede ulteriori 1.010,40 MW in termini di nuova potenza installata che ha così raggiunto complessivamente i 3.736,47 MW. Da primato anche la produzione elettrica pari a oltre 6 TWh, quasi il 2% del Consumo Interno Lordo a dimostrazione della continua crescita di questa fonte pulita nel sistema elettrico nazionale, nonostante tutti gli ostacoli tutt’ora esistenti: iter autorizzativi tempi lunghi per le connessioni dei nuovi impianti, assenza di una ripartizione regionale dell’obiettivo nazionale (burden-sharing), quadro normativo ancora incompleto. Piena soddisfazione dunque da Anev, Aper, Enea e Gse che nel riportare la notizia tengono anche a sottolineare come nel tempo si stia delineando un quadro di crescita più stabile anche se ancora non in linea con il livello dei vicini europei. Un buon punto di partenza soprattutto per il raggiungimento degli obiettivi comunitari al 2020.