• Articolo , 15 marzo 2010
  • Eolico: Anev stupita da dichiarazioni del presidente della Regione Sardegna

  • Dopo l’incontro avuto con il presidente Cappellacci nel maggio 2009 scorso nel quale il presidente prometteva un cambio di rotta nel senso del rispetto del diritto e della trasparenza dell’amministrazione regionale, l’Anev resta esterrefatta dalle dichiarazioni del presidente cappellacci sull’eolico. Infatti dopo il citato incontro estremamente cordiale e positivamente valutato anche dalla Uil che era […]

Dopo l’incontro avuto con il presidente Cappellacci nel maggio 2009 scorso nel quale il presidente prometteva un cambio di rotta nel senso del rispetto del diritto e della trasparenza dell’amministrazione regionale, l’Anev resta esterrefatta dalle dichiarazioni del presidente cappellacci sull’eolico.

Infatti dopo il citato incontro estremamente cordiale e positivamente valutato anche dalla Uil che era presente, il presidente stesso si era detto favorevole all’istituzione di un tavolo tecnico per risolvere le questioni relative alla precedente gestione “Soru”, cosa mai avvenuta. Inoltre le rassicurazioni dello stesso Cappellacci nei confronti del’associazione, ad oggi non concretizzatesi, riguardavano il fatto che si sarebbe evitato qualsiasi percorso poco chiaro o discriminatorio da parte della regione che volesse favorire un’azienda rispetto ad un’altra. L’Anev auspica che ciò che è stato anticipato dalla stampa non corrisponda al merito di quanto inserito nei documenti ufficiali non ancora pubblici e che quindi la regione Sardegna possa tornare a garantire agli investitori parità di trattamento, rispetto delle norme e percorsi autorizzativi non discriminatori. L’Anev resta in attesa dei documenti ufficiali per verificare eventuali azioni da porre in campo per evitare danni ai propri associati