• Articolo , 21 febbraio 2011
  • Eolico, Bolzano dichiara l’Alto Adige “zona off limits”

  • Il presidente della Provincia: le turbine rischiano di avere un impatto eccessivo sul paesaggio

(Rinnovabili.it) – Bolzano dichiara l’Alto Adige zona “off limits” per l’energia eolica. La Giunta provinciale di Bolzano ha deciso di bandire le pale dall’intero territorio, perché – si legge in una “nota della Provincia”:http://www.provincia.bz.it/usp/285.asp?aktuelles_action=4&aktuelles_article_id=353139 – “lo sviluppo della tecnologia necessaria per produrre energia eolica rischia di avere un impatto eccessivo sul paesaggio”. Una scelta, ha spiegato il presidente della Provincia Luis Durnwalder, che “rientra nel più ampio programma del cosiddetto Corridoio verde previsto lungo l’asse del Brennero, che combina le energie rinnovabili con il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia”.
Unica eccezione ai piani altoatesini, il Brennero. È in Val d’Isarco, infatti, che “sarà concentrato ogni sforzo per il potenziamento della produzione di energia pulita. Il parco eolico del Brennero si affianca infatti ad altre infrastrutture _verdi,_ compresi la produzione di idrogeno per alimentare i veicoli e il progetto del tunnel ferroviario del Brennero”.
Una deroga transitoria, invece, è prevista per i due impianti per la produzione di energia eolica in funzione a Malles: “ci sono già stati investimenti cospicui – ha precisato Durnwalder – e non vogliamo mettere i gestori davanti al fatto compiuto: avranno cinque anni di tempo per ammortizzare gli investimenti”. Al termine dei quali dovranno essere dismessi.