• Articolo , 29 maggio 2008
  • Eolico: Bramerini, non cadere sindrome in NIMBY

  • Sull’ eolico, ”la pubblica amministrazione non deve cadere nella sindrome di Nimby (not in my backyard) evitando di dire ‘no sulla mia scrivania”’. Lo ha detto l’ assessore regionale toscano all’ ambiente Anna Rita Bramerini parlando al convegno internazionale sulle Isole minori in corso all’ Isola d’Elba. Bramerini ha citato l’ esempio di una conferenza […]

Sull’ eolico, ”la pubblica amministrazione non deve cadere nella sindrome di Nimby (not in my backyard) evitando di dire ‘no sulla mia scrivania”’. Lo ha detto l’ assessore regionale toscano all’ ambiente Anna Rita Bramerini parlando al convegno internazionale sulle Isole minori in corso all’ Isola d’Elba. Bramerini ha citato l’ esempio di una conferenza di servizi convocata per un parere sulla richiesta di installazione di un parco eolico in toscana. ”Uno dei componenti – ha detto Brsamerini – ha affermato che le pale potevano dare problemi di carattere psicologico. Sono cose da evitare”. Quindi, la pubblica amministrazione deve, secondo Bramerini, darsi ”tempi e procedure piu’ snelle per favorire lo sviluppo della produzione energetica da fonti rinnovabili”. Bramerini ha ricordato che il piano energetico toscano prevede un incremento dell’ eolico dagli attuali 27,8 a 300 mw di potenza installata entro il 2020.