• Articolo , 24 novembre 2008
  • Eolico Calabria: sindaco Vaccarizzo, tutela comuni

  • ”Una soluzione che possa contribuire al risanamento delle casse dei comuni italiani, fortemente penalizzati dai tagli imposti dalle ultime leggi finanziarie, viene dalla energia da fonti rinnovabili, in particolare solare ed eolica di cui il nostro paese e’ ricco”. E’ quello che propone il sindaco di Vaccarizzo Albanese, Aldo Marino, che si propone di ”tutelare […]

”Una soluzione che possa contribuire al risanamento delle casse dei comuni italiani, fortemente penalizzati dai tagli imposti dalle ultime leggi finanziarie, viene dalla energia da fonti rinnovabili, in particolare solare ed eolica di cui il nostro paese e’ ricco”. E’ quello che propone il sindaco di Vaccarizzo Albanese, Aldo Marino, che si propone di ”tutelare i diritti delle istituzioni locali perche’ tali richieste possano rimanere a beneficio dei territori”. ”Il rischio che in particolare in Calabria – afferma Marino – corre sull’utilizzo ad esempio della energia eolica, se fosse approvata in Consiglio regionale l’attuale proposta di legge in discussione, che dovra’ disciplinare gli impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili, e’ quello di vedere espropriato un patrimonio naturale ad esclusivo vantaggio dei ‘mercanti’ di energia che stanno battendo in lungo e in largo la Calabria, nel tentativo di sfruttare a loro esclusivo beneficio le risorse naturali”. ”La proposta di legge regionale calabrese di fatto esclude da tali opportunita’ – sostiene ancora il sindaco di Vaccarizzo Albanese – insieme ai Comuni anche gli agricoltori e gli imprenditori locali”. ”Per questo il sindaco Marino – fa sapere una nota diffusa dall’Assessore alla Promozione del Comune, Fausto Taverniti – si sta battendo perche’ siano proposti ed approvati alcuni ’emendamenti’, per l’attuale testo, che tengano conto degli interessi piu’ generali dei cittadini e a tal fine e’ stata predisposta una ipotesi di ’emendamento’, consegnata all’Assessorato all’Agricoltura della Regione. Lo stesso Assessore Mario Pirillo – prosegue la nota – condividendo i timori, si e’ reso disponibile a presentare nella Commissione Regionale competente un emendamento che, se accolto, consentira’ ai Comuni e alle Aziende agricole di poter essere protagonisti nello sviluppo e nell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili presenti nella regione”.