• Articolo , 2 novembre 2010
  • Eolico, da consorzio internazionale nuove prospettive per la Namibia

  • Un consorzio internazionale formato da Namibian United Africa, Group Korean e la giapponese Midland and Sojitz Corp realizzerà in Namibia un impianto eolico da 44 MW che verrà allacciato alla rete a partire dal 2013

(Rinnovabili.it) – Una lunga corsa per proiettarsi in un futuro più sostenibile. Un impegno che la Namibia sta portando avanti con successo e che rende sempre più attrattivo il mercato della produzione nazionale di energia da fonti pulite. Archiviato il successo “dell’acquisto”:http://www.rinnovabili.it/namibia-sempre-piu-verde-ora-in-rete-lenergia-pulita-dei-privati595707 , per la prima volta nella storia della nazione africana, dell’energia elettrica prodotta dai singoli cittadini da parte dell’Ente Elettrico Nazionale, un’altra buona notizia arriva questa volta dal comparto dell’eolico.
Secondo quanto è stato comunicato ieri dalle stesse compagnie è stata approvata formalmente la costituzione di un consorzio internazionale che avrà come obiettivo la costruzione di un parco eolico nelle vicinanze della città costiera di Luderitz. A prendere parte al consorzio che si occuperà di realizzare l’impianto che avrà una capacità di generazione di 44 MW e un costo totale di circa 150 milioni di dollari, saranno Namibian United Africa, Group Korean e la giapponese Midland and Sojitz Corp. La prima controllerà circa il 60% della centrale eolica, mentre il restante 40% verrà equamente distribuito tra Group Korean e Midland and Sojitz Corp.
Il parco eolico, che in questo momento è ancora in una fase di pre-fattibilità, sarà finanziato attraverso equity e “debiti di finanziamento” e sarà in grado di immettere l’energia prodotta nella rete elettrica nazionale a partire dal 2013, facendo così in modo di incrementare di circa il 5% la capacità di produzione elettrica del paese.