• Articolo , 25 marzo 2009
  • Eolico: Ewea contro EER futuro ottimistico o crisi?

  • Discordano le previsioni dell’Ewea e le risultanze di uno studio condotto dall’EER. Un interrogativo per lo sviluppo del settore eolico nel prossimo futuro

Mentre l’Ewea, ha fatto previsioni ottimistiche per il futuro dell’energia eolico, come ha annunciato nel suo documento a Marsiglia nel corso della conferenza Ewec, svoltasi nei giorni scorsi (vedi la nostra “news”:http://www.rinnovabili.it/ewea-nuovo-obiettivo-230-gw-entro-2020-702371 ), quelle dell’EER-Energig Energy Research rese note venerdì scorso, per il periodo 2009-2020, per quanto riguarda il settore dell’eolico a livello mondiale, non sono buone. Infatti dopo l’anno appena trascorso, che ha rappresentato un momento record per la produzione di energia da fonte eolica, ci sarà un periodo di regressione. La crisi finanziaria globale, avvertita alla fine 2008. E infatti la diminuzione prevista è intorno al 20% nel 2009. L’inversione di tendenza, con un crescita comunque più moderata, si dovrebbe verificare tra il 2010-2012 con un +10/20%, risultato però di investimenti a lungo termine. L’energia eolica quindi potrà contare su un mercato più maturo e stabile solo tra il 2012 e il 2020, grazie ad una crescita e e ad un’integrazione tra infrastrutture, pianificazione, sviluppo dell’opzione offshore-out, e grazie a una ottimizzazione degli investsimenti.