• Articolo , 13 luglio 2010
  • Eolico off-shore: 400 mln di sterline per l’industria britannica

  • Investire nella produzione e nell’istallazione di rotori eolico off-shore con la previsione di creare 27mila posti di lavoro creando un Energy Marine Park nl nord est dell’Humberside. Questo il piano della Able UK

(Rinnovabili.it) – La “Able UK”:http://www.ableuk.com/ ha svelato piani dal valore di 400 milioni di sterline e destinati alla trasformazione del nord est Humberside, antica contea dell’Inghilterra orientale. L’ingente cifra servirà alla creazione di un *Energy Marine Park* a sostegno del fiorente settore britannico dell’eolico off-shore.
L’impianto fa parte del piano per la realizzazione del centro logistico e del parco industriale presso il porto di “Able Humber”:http://www.ablehumberport.com/, a nord di Immingham, dove è previsto il posizionamento di 1,5 km di banchine in acque profonde per l’istallazione di turbine eoliche.
“Il porto di Able Humber offre l’opportunità, unica in Europa, di fornire tutti i servizi necessari per la fabbricazione, la messa in posa e l’installazione di turbine eoliche offshore”, ha dichiarato il presidente esecutivo della Able UK, Peter Stephenson ribadendo la posizione privilegiata del sito, idoneo ad ospitare lo sviluppo di tre siti eolici off-shore a Dogger Bank, Hornsea e Norfolk Bank; un totale di 5000 turbine entro il 2020, con una media di spedizione di 19 turbine a settimana a partire dal 2015.
La società sta inoltre valutando la possibilità di dotare il sito di un impianto per la generazione di energia mediante la combustione di biomasse, il che potrebbe fornire l’elettricità sufficiente al fabbisogno di circa 500mila abitazioni, creando nuovi posti di lavoro nell’ordine dei 10mila nuovi impieghi in loco e 17mila nell’intera regione.