• Articolo , 23 settembre 2010
  • Eolico off-shore da record in Uk, supera da solo la capacità mondiale

  • Giovedì 16 settembre, secondo le statistiche della RenewableUK, la capacità totale degli impianti eolici off-shore del Regno Unito ha raggiunto i 1.341 MW, superando i 1.100 MW raggiunti dagli impianti di tutto il resto del mondo

(Rinnovabili.it) – Che fosse uno dei mercati più importanti per capacità di produzione elettrica e per vastità di impianti era cosa nota, ma che da solo riuscisse a superare la produzione mondiale di energia eolica prodotta in mare è una vera sorpresa. A rendere noto il “sorpasso” dell’eolico off-shore inglese sul resto del mondo sono stati i report statistici pubblicati dalla “RenewableUK”:http://www.bwea.com/index.html , l’associazione delle compagnie produttrici di energia eolica e da fonti rinnovabili “marine” del Regno Unito. Secondo queste statistiche, infatti, la capacità di produzione totale dell’eolico off-shore inglese ha raggiunto lo scorso giovedì i 1.341 MW, superando i 1.100 MW raggiunti dagli impianti di tutti il resto del mondo. Dati che confermano il grande sviluppo di questo settore e la buona riuscita degli investimenti in tutto il comparto dell’eolico in mare inglese, supportati anche da una politica nazionale attenta al contenimento delle emissioni di carbonio.
A distanza di una settimana dal record dell’eolico off-shore ‘made in Uk’, un’altra buona notizia arriva ancora una volta oggi in questo particolare settore. Dopo una lunga attesa, infatti, proprio in queste ore verrà messo in funzione nel Regno Unito, dalla società svedese Vattenfall, l’impianto eolico off-shore più grande del pianeta, ribattezzato “Thanet Offshore Wind Farm”:http://www.rinnovabili.it/uk-al-via-limpianto-off-shore-da-record-300-mw-di-eco-energia-801290 , con una capacità di 300 MW. “Nonostante le pesanti ripercussioni della grave recessione economica, l’industria eolica inglese ha saputo dimostrare ancora una volta la sua capacità di recupero, arrivando ad offrire un altro GW di capacità installata in meno di 12 mesi,” ha detto Maria McCaffery, capo esecutivo di RenewableUK. L’apertura dell’impianto di Thanet anche portato la capacità installata degli impianti per la produzione di energia da rinnovabili della Gran Bretagna ad un totale di 5GW. Attualmente le fonti non inquinanti coprono circa il 9% del consumo di elettricità nel Regno Unito, secondo quanto ha reso noto la RenewableUK, ma il Governo inglese vorrebbe far salire il consumo di energia verde nel Paese fino al 15% entro il 2020.