• Articolo , 14 settembre 2010
  • Eolico off-shore: potenziale da 4150 GW per le coste USA

  • Il vasto potenziale eolico stimato a carico delle coste statunitensi fa sperare in un futuro energetico più sostenibile. Il documento redatto dal NREL non ha però tenuto conto di contingenze che nella realtà rallentano o impediscano il fiorire delle istallazioni

(Rinnovabili.it) – Il “NREL”:http://www.nrel.gov/, National Renewable Energy Laboratory statunitense ha pubblicato un nuovo rapporto contenente i dati relativi al potenziale eolico off-shore nei 26 stati costieri degli USA denominato “Assessment of Offshore Wind Energy Resources for the United States”:http://www.nrel.gov/docs/fy10osti/45889.pdf, nel quale è stato stimato un valore approssimativo che si aggira intorno ai 4.150 GW di capacità nominale.
Una stima impressionante che tuttavia presenta alcuni nei: non si basa sull’attuale sviluppo del settore né tiene conto di quelle aree che, effettivamente, non otterrebbero mai i permessi per la realizzazione di un impianto energetico vista la presenza di attività umana, tenendo conto dell’importanza ambientale o delle reali difficoltà tecniche.
Basandosi sulle mappe redatte grazie all’impiego delle più moderne tecnologie ad alta risoluzione, la capacità di generazione è stata quindi calcolata sul totale dell’area offshore a disposizione rispettando la distanza di 50 miglia nautiche dalla riva, dove la velocità media del vento calcolata ad un’altezza dalla superficie del mare di 90 metri è di 7 metri al secondo e supponendo il posizionamento di turbine per 5 MW eolici ogni chilometro quadrato che rispetti queste caratteristiche.