• Articolo , 14 dicembre 2009
  • Eolico off-shore: Rhode Island istalla 8 turbine

  • Grazie all’accordo ventennale con la rete di distribuzione nazionale, la Deepwater Wind fornirà energia sfruttando l’impianto off-shore di Rhode Island che prevede, per la prima fase, 8 turbine da 28 MW

(Rinnovabili.it) – La Deepwater Wind, società privata statunitense che si occupa di sviluppare energia eolica mediante impianti off-shore, ha annunciato che il progetto per la costruzione della loro prima centrale eolica statunitense ha fatto grandi passi in avanti a seguito della firma di un accordo che mira alla vendita di energia generata dall’impianto di Rhode Island per un periodo di 20 anni.
Secondo il contratto, che deve ancora essere approvato dal Rhode Island Public Utilities Commission, Deepwater Wind, l’impianto grazie all’utilizzo di 8 turbine, sarà in grado di generare e vendere all’operatore nazionale “National grid” l’energia prodotta al prezzo di 24,4 centesimi per chilowattora puntando, a progetto finito e, avendo una potenza da 500 MW, di fornire il 15% dell’energia utilizzata dall’isola impegnandosi a costruire una serie di parchi eolici off-shore lungo la costa che si estende dal Maryland al Maine.
Prima di questa iniziativa l’eolico off-shore non ha avuto molto mercato a causa della mancanza di adeguate infrastrutture, dell’opposizione delle popolazioni costiere e delle limitate zone adatte ad ospitare impianti di questo tipo a causa della ridotta profondità dei fondali. Inoltre la rapida crescita dell’industria on-shore ha scoraggiato lo sviluppo della più costosa tecnologia ‘marina’. A tal proposito la Deepwater ha comunicato di aver intenzione di sostenere lo studio per la creazione di turbine che siano istallabili ad una profondità di 150 piedi, equivalente a circa 45 metri.