• Articolo , 28 settembre 2010
  • Eolico off-shore Uk in continua ascesa. Entro il 2025 costi giù del 25%

  • Secondo un rapporto del UK Energy Research Centre il costo delle turbine eoliche off-shore potrebbe diminuire del 25% entro il 2025. A patto che il Governo inglese continui a sostenere tutto il settore puntando su innovazione e sviluppo

(Rinnovabili.it) – E’ la nazione che detiene il primato mondiale della produzione eolica in mare. “Record su record”:http://www.rinnovabili.it/eolico-off-shore-da-record-in-uk-supera-da-solo-la-capacita-mondiale595773 , il Regno Unito ha scalato tutte le classifiche e ora pensa ai futuri scenari sul mercato delle turbine off-shore che, entro il 2025, potrebbero vedere una riduzione significativa dei loro costi fino al -25%. E’ quello che ha sostenuto ieri l’ _UKERC – UK Energy Research Centre_ – che ha pubblicato un “rapporto”:http://www.ukerc.ac.uk/support/tiki-download_file.php?fileId=1112 che prevede, entro il 2025, un calo del costo delle turbine eoliche off-shore del 25%. Gli analisti che hanno stilato questo report hanno, però, avvertito che questa previsione potrebbe non realizzarsi o potrebbe determinare una diminuzione ancora ulteriore dei costi, a seconda delle politiche nazionali adottate per sostenere il comparto e del sostegno pubblico alla ricerca e allo sviluppo in questo particolare settore.
Un dato che è soggetto anche alle influenze del mercato e in particolare alla concorrenza che si determinerà tra i diversi produttori di turbine, senza contare l’influenza dei vari miglioramenti tecnologici che verranno apportati agli impianti nel corso di questi quindici anni. Infatti, come per altre fonti energetiche, il rapporto ha anche rilevato che i costi dell’energia prodotta da impianti eolici off-shore sono aumentati considerevolmente negli ultimi dieci anni, nonostante gli analisti avessero previsto una loro progressiva diminuzione. “L’aumento dei prezzi delle materie prime e gli andamenti oscillanti del mercato – ha sottolineato Robert Gross, autore principale del rapporto del UKERC – hanno creato una vera e propria tempesta”.