• Articolo , 2 maggio 2011
  • EPA: al via la battaglia degli edifici

  • Giunta alla sua ventesima edizione, la National Building Competition mira a ridurre il consumo di energia e le emissioni di gas climalteranti

(Rinnovabili.it) – L’Agenzia per la protezione ambientale statunitense (EPA) ha dato il via oggi all’edizione 2011 della National Building Competition, un concorso tra edifici finalizzato al risparmio energetico e alla riduzione delle emissioni climalteranti. Si tratta di una vera e propria battaglia tra edifici commerciali, oggi negli Stati Uniti responsabili per circa il 20% del consumo di energia e delle emissioni, con costi che superano i 100 miliardi di dollari all’anno. L’intento è quello di sfruttare la gara per risparmiare sulle bollette elettriche, creare un ambiente più pulito e tutelare la salute delle famiglie americane. Il concorso comprende 26 categorie diverse di edifici commerciali e pubblici, tra cui negozi, scuole, alberghi e musei, alcuni dei quali sono costruzioni di oltre cento anni fa. I partecipanti dovranno monitorare mensilmente i consumi dell’edificio con cui intendono partecipare alla gara utilizzando lo strumento per il monitoraggio online, Portfolio Manager, disponibile sul “sito del concorso”:http://www.energystar.gov/index.cfm?fuseaction=buildingcontest.index; dal gruppo iniziale dei 245 sfidanti, a luglio sarà selezionato un piccolo gruppo di edifici per poi arrivare al vincitore finale nel mese di novembre. La competizione, che fu lanciata per la prima volta nel 1992, rientra nel programma Energy Star dell’EPA, grazie al quale soltanto l’anno scorso gli americani hanno potuto risparmiare 18 miliardi di dollari in bolletta ed emissioni equivalenti a quelle di 33 milioni di veicoli.