• Articolo , 27 giugno 2011
  • EPA: ecco il protocollo per salvaguardare l’aria dal petrolio

  • Firmato un nuovo protocollo d’intesa tra EPA, DOI e USDA che regolamenta in modo univoco le analisi d’impatto ambientale dei processi petroliferi e a gas naturale, in modo tale da salvaguardare la qualità dell’aria e dell’ambiente stesso

(Rinnovabili.it) – E’ stato firmato nei giorni scorsi un nuovo protocollo d’intesa fra l’US Environmental Protection Agency (EPA), il Dipartimento degli Interni (DOI); e il Dipartimento dell’Agricoltura statunitense (USDA). Nel MOU (Memorandum of Understanding) viene stabilita una procedura, comune a tutte le agenzie contraenti, per le analisi dei potenziali impatti del petrolio, e del gas onshore sui terreni pubblici, sulla qualità dell’aria. L’accordo stipulato ha l’obiettivo di aumentare l’efficienza, la sicurezza e la trasparenza nei processi di settore, andando così a beneficio di Stati, agenzie federali e comunità. “Lavorando con i nostri partner federali, ci impegniamo a offrire un processo di analisi ambientale che sia trasparente e completa, che supporti una produzione nazionale di energia sulle terre federali responsabile, assicurando la tutela ambientale”, ha dichiarato il Vice Amministratore dell’EPA Bob Perciasepe. In linea con la strategia Obama, di rendere il settore petrolifero e gas naturale più sicuro e responsabile, l’accordo rappresenta un notevole passo avanti per la sicurezza energetica del paese, come ha sottolineato il vice segretario degli interni David J. Hayes. Il progetto fa parte del National Environmental Policy Act (NEPA), il programma di analisi ambientale che richiede a tutte le agenzie federali di valutare e rivelare i potenziali impatti delle loro attività pubbliche. Il MOU delinea, infatti, tutta una serie di passi che le agenzie devono attuare per proteggere la qualità del’aria, la salute umana e l’ambiente, permettendo al tempo stesso lo sviluppo energetico degli Stati Uniti.