• Articolo , 19 aprile 2011
  • EPA, emissioni in calo: mai così basse da 15 anni

  • Meno emissioni e più risparmio energetico le maggiori cause della diminuzione degli inquinanti negli Stati Uniti. L’EPA ha monitorato i gas serra prodtti sul territorio evidenziando nel 2009 un calo dei gas serra del 6,1% rispetto all’anno precedente

(Rinnovabili.it) – L’Agenzia per la Protezione Ambientale statunitense (EPA) ha pubblicato il “16° Inventario dei gas ad effetto serra”:http://www.epa.gov/climatechange/emissions/downloads11/US-GHG-Inventory-2011-Complete_Report.pdf dimostrando che nel corso del 2009 le emissioni complessive sono diminuite del 6,1% rispetto all’anno precedente; una tendenza al ribasso che è stata la conseguenza di un minor utilizzo di carburanti fossili (-6,4% in 20 anni) e di energia elettrica, soprattutto nei settori chiave dell’economia Usa.
Le emissioni a carico dei sei principali gas serra durante il 2009 sono state l’equivalente di 6.663 miliardi di tonnellate metriche di anidride carbonica. Ma l’analisi dei gas ha tenuto conto in generale della produzione di anidride carbonica, metano, protossido di azoto, idrofluorocarburi, perfluorocarburi ed esafluoruro di zolfo.
“Tale diminuzione è dovuta principalmente alla riduzione della produzione economica, con un calo del consumo energetico in tutti i settori, e una diminuzione dell’intensità di carbonio dei combustibili utilizzati per generare energia elettrica grazie alla sostituzione con altri combustibili visto che il prezzo del carbone aumentata, e il prezzo del gas naturale è diminuito in modo significativo” si legge nel documento.
Pur evidenziando una crescita generale delle emissioni che ha registrato un +7,3% nel decennio 1990-2009 con le emissioni a carico di questo ultimo anno che sono risultate le più basse mai registrate dal 1995.