• Articolo , 6 aprile 2010
  • EPA, ridurremo le emissioni del 15% agendo sui carburanti

  • Seguendo la scia del Canada l’EPA lancia un nuovo schema di riduzione delle emissioni legate all’utilizzo di carburanti inquinanti e incentivando il mercato delle auto elettriche si lancia in un’avventura ‘zero emission’

(Rinnovabili.it) – Come annunciato la scorsa settimana gli Stati Uniti hanno emesso nuovi standard di efficienza energetica relativi ai carburanti, con lo scopo di diminuire le emissioni di carbonio. Sulla scia dell’esempio del governo canadese gli Usa hanno adottato formalmente giovedì scorso le norme suggerite dall’EPA (Environmental Protection Agency) pronti ad applicarle nonostante le controversie in atto.
“Collaborando con l’industria e mettendo a disposizione la nostra abilità e la capacità d’innovazione, abbiamo sviluppato un programma per le auto pulite che è una vittoria per veicoli e conducenti, una vittoria per gli innovatori e gli imprenditori, e una vittoria per il nostro pianeta”, ha detto Lisa Jackson, amministratore della EPA.
L’entrata in vigore riservata ai veicoli è prevista per il 2012 e andrà a rafforzare le attuali norme di risparmio energetico obbligando i produttori ad aumentare il rendimento medio dei carburanti per automobili e camion entro il 2016, portando il limite di efficienza di 25 miglia per gallone a 35,5 miglia.
L’EPA ha poi dichiarato che le emissioni dei trasporti dovranno essere ridotte del 15% rispetto all’attuale limite fissato a 250 grammi di anidride carbonica per chilometro entro il 2016. Grazie a queste norme si andranno ad ottenere importanti vantaggi economici stimati in 900 milioni di tonnellate dando un notevole impulso al settore dei veicoli elettrici e del plug-in, fornendo ai produttori ulteriori incentivi governativi riservati alla diffusione di veicoli zero emissioni.
Le nuove direttive, imposte nell’ambito del Clean Air Act, sono al vaglio di una commissione in quanto l’EPA è stata dichiarata non autorizzata a regolare le emissioni di gas ad effetto serra.